?>Recensione | The Master | Eccezionale

Recensione su The Master

/ 20126.5236 voti

Eccezionale / 3 gennaio 2013 in The Master

Ho l’onore di essere il primo a recensire questo capolavoro.
Sesto film di Paul Thomas Anderson. Partendo dalla storia di un problematico ex militare e dei suoi tentativi di re-inserimento nella società, il regista californiano arriva ad indagare sul rapporto tra il culto, le sette e la loro capacità di attrarre soprattutto gli individui dalla personalità più debole ( non mancano, a questo riguardo, le analogie con Il Petroliere ). Molto rumore si è fatto intorno alle presunte similitudini tra La Causa (la fittizia setta raccontata nel film) e Scientology. In realtà quest’ultima non viene mai citata esplicitamente e lo stesso Anderson pare indagarne il fenomeno con occhio acritico, senza prendere una inequivocabile posizione, concentrandosi maggiormente sui rapporti tra i personaggi.
Vale la pena citare, all’interno del cast eccellente, soprattutto un grandissimo Joaquin Phoenix che ritorna alla grande con un’interpretazione sofferta che da sola vale tutta una carriera.

2 commenti

  1. marlasinger / 7 gennaio 2013

    Che dire, un film che lascia senza parole.. indipendentemente dal giudizio negativo o positivo che sia. Sesto film di Anderson.. si, c’è chi preferisce fare pochi film ma cazzuti. Il film l ho trovato stupendo, nel suo complesso.. Una recitazione quasi perfetta di Phoenix, mi sono quasi innamorata.. Il film é molto particolare, d’altronde tratta una tematca non facile da raccontare, che solo Kubrick a suo tempo era riuscito a trattare in maniera assolutamente geniale ( Eyes Wide Shut). Stiamo parlando di Scientology, non è mica semplice fare un film su un argomento così.. Ma solo un genio incompreso come Anderson poteva; e come in tutti i suoi film ci vuole un attenzione enorme, sopratutto ai minimi particolari. Il film mi è piaciuto veramente tanto, e per apprezzarlo meglio dovrei andare a rivederlo una seconda volta.. ma quello che mi ha davvero lasciato senza parole è la recitazione di Phoenix, ripeto, quasi perfetta. Spero caldamente in una candidatura agli oscar almeno per lui 🙂

  2. fabri830 / 7 gennaio 2013

    Mi trovi d’accordo al 100%… io è dalla prima volta che vidi Boogie Nights (ormai saranno passati più di 10 anni) che vado sostenendo che Anderson è un genio.
    Non vedo l’ora di rivederlo (in lingua originale stavolta) per poterne apprezzare meglio ogni minimo particolare.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext