Recensione su The Master

/ 20126.6255 voti

25 Aprile 2014

Brillante e curiosa l’interpretazione di Joaquin Phoenix, attenta e misurata quella del compianto Seymour Hoffman.
Al di là del richiamo o meno al movimento di Scientology, la pellicola offre uno spunto di riflessione sulla facilità con cui individui fragili e soli, in cerca di un proprio posto nel mondo, possono essere ghermiti e sottomessi da personalità più forti, dalla cui ombra è poi difficile separarsi.
La sceneggiatura però non regge. Procedendo perde in compattezza, apparendo via via sempre più debole e sfumata. Inciampa e si perde. E chissà, non è forse un caso se le più importanti nomination a festival e concorsi il film le abbia ottenute proprio sul versante attoriale.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext