Recensione su The Master

/ 20126.6275 voti

28 Febbraio 2013

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Un film che viaggia tra il quasi capolavoro, e l’insostenibile e l’inconcludente (soprattutto parte centrale). Ma il fascino è tanto, e PTA si dimostra ancora una volta un regista di talento purissimo, che anche senza virtuosismi riesce a costruire storie imperfette, di uomini imperfetti, sfiorando la perfezione cinematografica. Alcune scene sono da manuale del cinema, sia per scrittura che per interpretazioni (quella nel deserto e l’ultimo confronto tra Hoffman e Phoenix su tutti). I due interpreti maschili giganteggiano. Phoenix in particolare, con quella postura, con quella camminata, con quello sguardo, con quel ghigno perenne, entra completamente nella follia di Freddy (pazzo lo è di suo, quindi ha interpretato qualcosa di se stesso).
Imperfetto ma geniale.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext