Recensione su L'uomo che uccise Don Chisciotte

/ 20187.260 voti

TITOLO QUANTO MAI AZZECCATO / 7 Febbraio 2019 in L'uomo che uccise Don Chisciotte

Finalmente dopo una gestazione ridicolmente travagliata ecco venire alla luce (del proiettore) il Don Chisciotte di Terry Gilliam. Che bella notizia. Che bella notizia se non fosse che il film ha perso la sua magia nell’esatto istante in cui è stato portato a termine. Terry Gilliam, comprensibilmente ossessionato, non ha trovato il coraggio di staccare la spina alla sua creatura. A posteriori un vero peccato.

Il film non ha nulla di speciale, sembra troppo imbastito e ragionato. E se un regista istintivo e creativo come Gilliam ragiona troppo su qualcosa il risultato purtroppo è un film poco ispirato e prolisso.
Difficile credere che il film terminato nel 2018 sia effettivamente quello concepito nel 1998. Sappiamo per certo che il film ha subito diverse riscritture in tutti questi decenni e chiaramente non ha giovato alla pellicola.

In definitiva Gilliam ci ha privato di una delle più belle pellicole mai realizzate. Film immortali consegnati alla storia del cinema come il “Dune” di Jodorowky, il “Ronnie Rocket” di Lynch, il “Napoleon” di Kubrick.

Voto: 5,5

Lascia un commento

jfb_p_buttontext