Recensione su La maschera di ferro

/ 19986.7589 voti

Un buon film / 11 Settembre 2015 in La maschera di ferro

Liberamente ispirato al romanzo di Alexander Dumas, “Il visconte di Bragelonne”, il film vede come protagonista un buon Leonardo Di Caprio, ancora “convalescente” dai fasti del Titanic e impegnato nel doppio ruolo del dissoluto e arrogante Luigi e del nobile e generoso Filippo.
Una buona prova, sicuramente migliore di quella data nel Titanic, ma ancora lontano dalle interpretazione da Oscar a cui ci ha abituati in questi ultimi anni.
Invece completamente diverso è il discorso riguardo ai quattro moschettieri e agli attori che li interpretano, a partire da Jeremy Irons(Aramis) religiossisimo, il più intellettuale e nobile del gruppo, John Malkovich(Athos)forte, sicuro di se, che dopo la morte del figlio rimarrà sconvolto a tal punto da dichiarare guerra aperta al crudele Luigi, Gerard Depardieu(Porthos) ironico e pungente(una delle migliori sue migliori performance), Gabriel Byrne(D’Artagnan) ligio al dovere, servile e fedele al suo Re tanto da non esitare ad andare contro i suoi ex amici e compagni di lotta, per poi avvedersene alla fine, quando ormai sarà troppo tardi.
Nel complesso più che buono come film, di puro intrattenimento, dove si alternano subdoli intrighi, scene amorose e lame incrociate e anche un pizzico di ironia.
Consigliato.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext