Recensione su Lettera d'amore

/ 19995.910 voti

22 Ottobre 2013

Ecco adesso io mi domando: la moglie di Spielberg ne avrà di soldi, di contatti, di conoscenze, di possibilità? E come cavolo ha fatto lei, innamorata di questo libro, ad averne tratto una cosa così brutta che una puntata, a caso, di un telefilm, a caso, pure di un telefilm italiano, è a suo paragone 8 e mezzo?
Non solo la moglie di Spielberg è più famosa per essere…la moglie di Spielberg e basta e quindi la sua prova da protagonista è appunto al livello dell’essere la moglie di Spielberg e basta, ma ha scelto un ragazzotto, di cui si sono perse le tracce, per la parte dello stallone giovane che non farebbe pensare al sesso proprio a nessuno, e dico nessuno, al limite può muovere un blando istinto materno, proprio non avendo un gatto su cui convogliarlo.
E, non ultima delle scelte sceme, chi ti mette a fare la parte dell’amica della protagonista? La De Geners, e perchè mai? Forse perchè lei, essendo pubblicamente lesbica, potesse indirizzare il distratto spettatore a sgamare chi si cela dietro alla passionale lettera del titolo? Scelta troppo scema? Evidentemente no, considerando che qui la De Geners è fastidiosa, incapace, spiritatamente televisiva come non mai, come tutto il resto della pellicola in fondo.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext