Recensione su Il re leone

/ 20197.1123 voti

Il Re Leone / 13 Settembre 2019 in Il re leone

Avevo 11 anni quando uscì al cinema Il Re Leone della Disney: diventò subito uno dei miei film preferiti. Visto e rivisto, grazie alla videocassetta che mi regalarono l’anno dopo, saprei recitarlo a memoria.
Non approvo tantissimo l’operazione, che tanto va di moda in questi ultimi tempi, di rifare i vecchi classici con attori in carne ossa. O, come in questo caso, in pelliccia e ossa. Tuttavia ero molto curiosa di vedere cos’avrebbero combinato con Il Re Leone, e così sono andata a vederlo al cinema.
Devo ammettere che il risultato, sul piano visivo, è notevole. Il film è graficamente bellissimo, sembra in tutto e per tutto un documentario, naturalmente escludendo il piccolo particolare che gli animali parlano. Anche il doppiaggio mi è sembrato piuttosto buono: ho letto parecchie critiche a Marco Mengoni, la voce di Simba, ma secondo me non se l’è cavata tanto male.
Sul piano emotivo invece non c’è storia: il classico del ’94 lo supera di parecchie lunghezze. L’estremo realismo inficia l’espressività dei personaggi, com’è normale che sia.
Ho anche notato un’altra cosa interessante: la sala era piena di bambini che, dopo l’intervallo, hanno iniziato ad agitarsi un po’, insomma ad annoiarsi. Sono sicura che una cosa del genere non potrebbe mai accadere con il film del ’94.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext