Recensione su L'ultima legione

/ 20074.9118 voti

Il figlio illegittimo di Elisa di Rivombrosa / 2 Aprile 2016 in L'ultima legione

L’idea che venisse tratto un film sulla figura di Romolo Augusto, l’ultimo imperatore romano e del quale si conosce ben poco, mi incuriosiva molto.
Speravo in un approfondimento storico, una maggior chiarezza sulle dinamiche storico-filosofiche che caratterizzano sia questo personaggio che la realtà storica in cui ha “visto la luce”, ma purtroppo il film è ben lontano da tutto ciò.
Mi sono trovata davanti un film banale e mal realizzato che dalla storicità è passato a mostrare uno stile “fantasy-disneyano” che non c’entrava assolutamente nulla, assolutamente ingenuo, pacchiano, ricchissimo di stereotipi e di clichè (la solita ragazza guerriera che nasconde la sua femminilità, il solito eroe senza macchia e senza paura, il solito saggio consigliere et similia) che si potevano benissimo evitare e, come se non bastasse, e’ presente un continuo e fastidioso uso di sarcasmo e ironia totalmente fuori luogo in una vicenda storica del genere.
Aggiungiamoci una regia fredda, totalmente estranea e priva di qualsiasi coinvolgimento, dei combattimenti fin troppo scontati, una sceneggiatura assolutamente debole e superficiale, un finale frettoloso, un montaggio da filmino amatoriale e dei costumi e scenografie da sceneggiato televisivo.
Un film modesto, inutile e soprattutto inaccettabile sotto il profilo storico.
Mi è sembrato di vedere il figlio illegittimo di “Elisa di Rivombrosa”. Ci mancava solo che scappasse fuori la Puccini a cavallo.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext