Recensione su Il sacrificio del cervo sacro

/ 20177.3160 voti

il voto sarebbe un 6.5 / 19 Maggio 2020 in Il sacrificio del cervo sacro

Altro discreto film di Lanthimos, meno bello di “The lobster” ma più inquietante.
Il dr. Murphy (Colin Farrell) è un cardiochirurgo che appena finita un’operazione si incontra in un locale con un giovane ragazzo, Martin; il padre del ragazzo è morto da poco (si scoprirà che era un paziente di Colin). Pian piano il ragazzo diventa sempre più pressante e si insinua nella vita di Colin.
Film interessante, con qualche particolare scelta registica: spesso i protagonisti inquadrati da lontano, la musica è abbastanza opprimente (non mi è piaciuto nel momento dei primi problemi del figlio). Pian piano si capiscono le motivazioni del ragazzo e la seconda parte è abbastanza angosciante. Le ultime scene poi mi hanno lasciato un po’ perplesso (intendo la scena alla tavola calda, non quella prima).
Nel resto del cast da citare Nicole Kidman nei panni della moglie di Murphy, Raffey Cassidy (vista in Vox Lux) è la figlia, mentre l’inquietante Martin è interpretato da Barry Keoghan visto in Dunkirk, la rediviva Alicia Silverstone è la madre del ragazzo.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext