Recensione su Hunger Games

/ 20127.0983 voti
Hunger Games
Regia:

31 Maggio 2013

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Premetto che non ho letto il libro.
A me gli young adult non piacciono ed i film che ne traggono neppure quindi ho guardato questo film per pura curiosità aspettandomi una delusione simile a quella di Twilight. Sono partita prevenuta, ecco. Invece devo dire che ne sono rimasta sorpresa e che mi è piaciuto! O almeno, mi è piaciuta l’idea di base.
Ci sono delle cose che proprio non ho digerito, perché purtroppo questo tipo di storie per adolescenti ed adulti non troppo cresciuti hanno quelle che a me sembrano quasi delle regole basilari dal quale non si schiodano, prima fra tutte: vorrei essere violento ma non troppo, vorrei essere esplicito ma non troppo. Sì ecco, nella brutalità degli Hunger Games ci stavano delle scene molto più cruente. Io non ho la passione per il sangue, sia chiaro, ma se devi essere violento facendo vedere ragazzini che si scannano senza alcuna pietà sotto gli occhi di spettatori sadici quanto quelli dei romani ai tempi delle arene coi gladiatori, non aver paura di mostrare altrimenti è inutile! Queste cose fatte a metà ‘la violenza te la dico ma non te la mostro’ non le reggo.

Katniss inizialmente tira talmente tanto antipatia che quasi speravo crepasse nei primi dieci minuti di giochi. Per fortuna una volta in gioco ci hanno messo un attimo a farle abbassare la cresta e man mano che il film andava avanti l’antipatia spariva, menomale.

Un’altra cosa che i young adult non riescono proprio a scollarsi di dosso è il cacchio di triangolo. Oh, ma che palle!
A differenza di come letto in alcune recensioni, mi sembra si capisca abbastanza bene che le mosse di Katniss sono mirate e non spontanee ma sapere che negli altri capitoli della saga ci sarà nuovamente il dilemma due uomini innamorati della stessa donna mi fa perdere la voglia di vedere il seguito.

L’ultima parte, dall’uscita delle bestie in poi, è di un ridicolo… Quello che fino a quel momento era stato un film tutto sommato piacevole, diventa una scemenza banale e prevedibile. Ho sperato tantissimo nel suicidio, davvero, se avessero scelto di non far vincere nessuno dei due sarebbe stato meraviglioso ed anche un ottimo modo di proseguire la saga con una rivolta dei distretti e magari la sete di vendetta della sorellina di Katniss. Sicuramente meglio della fine reale che ti aspetti fin dall’inizio.

Quindi ricapitolando: tutta la parte prima degli Hunger Games è interessante per quanto riguarda la vita nei distretti (questa sorta di schiavitù “gentile”), il perché dei giochi ed i collegamenti che ne derivano.
Da quando pescano i tributi e durante tutta la presentazione l’interesse cala, almeno per me, per riaccendersi all’inizio dei giochi. Ho seguito tutti gli Hunger Games con vero interesse ed anche un po’ di suspance in alcune scene ma come ho scritto prima, peccato per la fine che ha rovinato tutto e la paura nell’osare.
Insomma, per essere un film tratto da un romanzo young adult mi ha stupita positivamente ma non abbastanza da farmi dire “cavolo, che bel film!”
A mio parere, una storia del genere sarebbe stata ottima se descritta per un pubblico adulto e non di adolescenti. Togliendo la storia d’amore (vera o finta che sia, rompe tutta l’atmosfera vedere ‘sti due che litigano poi si sbaciucchiano poi si aiutano poi si amano ma forse no davanti allo sfigato geloso che guarda tutto), togliendo tutta l’ultima parte e con scene un po’ più mature secondo me sarebbe stato un gran bel distopico perché la storia di fondo non è affatto male.

Una cosa: ma siamo proprio sicuri che quella ghiandaia imitatrice protegga? XD quando Katniss la regala alla sorellina quest’ultima viene sorteggiata per gli Hunger Games anche se le probabilità di sorteggio erano scarsissime. Quando la spilla torna a Katniss prima dei giochi, viene ferita praticamente immediatamente ed anche quando lei e Rue scelgono come segnale per dirsi che è tutto apposto il verso della ghiandaia, poco dopo Rue muore. Più che proteggere mi pare che sta ghiandaia porti seriamente sfiga!

3 commenti

  1. oblivion / 31 Maggio 2013

    Bella recensione, anche se su alcuni punti (seppur pochi) non mi trovi d’accordo. Comunque non è grave il fatto che tu non abbia letto il libro, pensa che io ho preferito il film alla versione cartacea 🙂
    Come mai Katniss ti stava antipatica? Solo per sapere c:
    ps: ti consiglio di mettere l’avviso di spoiler perché ce ne sono un bel po’!

    • Caramel / 1 Giugno 2013

      Addirittura hai preferito il film al libro, è raro che succeda 🙂
      La sua arroganza mi stava antipatica. Era partita con l’intento nobile di sottrarre la sorellina a morte certa ma una volta arrivata a Capitol City inizia ad essere davvero insopportabile e spocchiosa. Sicuramente cercava anche di apparire forte in vista di ciò che l’attendeva ma secondo me non risultava affatto forte ma piena di sé e lo faceva soltanto perché le permettevano di farlo come quando ha quasi infilzato col coltello la mano di Haymitch solo perché lui non rispondeva alla sua domanda o quando ha colpito la mela con la freccia ad uno sputo dalla faccia di Seneca, lo faceva perché nessuno la rimetteva in riga non perché era coraggiosa, il coraggio si dimostra nel pericolo infatti poi durante i giochi gli altri ragazzi ci hanno messo cinque minuti a farla correre e se non fosse stato per Rue sarebbe morta al terzo giorno.
      ps: messo l’avviso 😉

      • oblivion / 1 Giugno 2013

        Sì, è rarissimo che succeda, soprattutto perché sono una divoratrice di libri io, ahah 😀 (a differenza della maggior parte dei casi però, qui la mia preferenza non è proprio assoluta, nel senso che anche il libro mi ha colpito in positivo!)
        Comunque capisco quello che intendi, ma purtroppo si tratta – secondo me – di un fraintendimento dovuto al fatto che nel film la psicologia della protagonista è meno approfondita che nel libro.
        Leggendo, si capisce benissimo il perché delle sue azioni ”di ribellione” che a te sono risultate antipatiche (quando lancia la freccia contro gli Strateghi, ad esempio, lei desidera davvero ferirli nell’orgoglio). Però è anche vero che un film dovrebbe riuscire a spiegare tutto anche a chi non ha letto il libro da cui è tratto, quindi forse questo è proprio uno dei difetti della pellicola =/

Lascia un commento

jfb_p_buttontext