Recensione su Lo Hobbit - La desolazione di Smaug

/ 20137.1578 voti

Meh / 16 Dicembre 2013 in Lo Hobbit - La desolazione di Smaug

Sono uscito dal cinema un po’ deluso;troppi, davvero troppi effetti digitali, alcune sequenze danno davvero fastidio per come lascino un’impressione di “finto” e “videogioco”, come quella della fuga nei barili.Si nota davvero tanto il contrasto tra la trilogia originale, dove quasi tutto, anche per mancanza di mezzi, era “reale”, mentre qui anche i paesaggi sembrano fatti al computer.Le forzature nella sceneggiatura per “allungare il brodo”, che nel primo film non si erano sentite, qui cominciano a diventare pesantissime:una su tutte, la ridicola storia d’amore interracial tra Kate di Lost travestita da elfo e il nano, evitabilissima.Sorvoliamo poi sull’aggiunta di Legolas così ad minchiam, solo per strizzare l’occhio ai fan della prima trilogia.I lati positivi non mancano:la città sul lago e i suoi abitanti sono stati resi molto bene, la recitazione generale è su ottimi livelli, la sequenza con Smaug (doppiato malissimo da Luca Ward, che canna completamente sia il lip synch, sia l’aderenza voce-volto, sembra che a parlare sia un altoparlante nella stanza) è notevole, il cliffhanger finale è azzeccato e ti lascia con la voglia di vederne ancora.Spero davvero in un capitolo finale all’altezza almeno del primo Lo Hobbit.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext