Recensione su The Hateful Eight

/ 20157.6631 voti

Nuovo centro per Quentin / 7 Febbraio 2016 in The Hateful Eight

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Lo ammetto. All’inizio non avevo un “hype” eccessivamente elevato per questo film. Non so il motivo, magari vedere un altro western, dopo il comunque stupendo Django Unchained.
Eppure, il film è riuscito (quasi inevitabilmente, come potevo dubitare in effetti del Maestro?) subito a smentirmi.
Veramente incredibile il ritmo del film, praticamente per un’ora e mezza non c’è alcuna uccisione, quasi solo dialoghi -che ti prendono veramente- eppure il livello di coinvolgimento è pazzesco. Quando il film prende “il via”, la carneficina è semplicemente pazzesca, imprevedibile, capace fino all’ultimo di sorprenderti e lasciarti a bocca aperta, con scene che resteranno nella storia del cinema non solo tarantiniano. E considerate che il film è girato quasi interamente in un’emporio, praticamente un unico ambiente per un film di tre ore che non annoia mai. Ottimo il cast, perfetti i dialoghi, grandissimo punto di forza del film, stupenda la regia, fantastiche le musiche di Ennio Morricone.
Ora, non sarà bello come Le Iene o Pulp Fiction, che restano comunque il top, ma e’ Tarantino, in grandissimo stile, che altro c’è da aggiungere, perché dubitare? Correte a guardare il film!

Lascia un commento

jfb_p_buttontext