Recensione su The Hateful Eight

/ 20157.6628 voti

. / 14 Febbraio 2016 in The Hateful Eight

Lungo e compiaciuto, lentissimo in ogni frangente dato che perfino prima delle sparatorie si parla e riparla e pure troppo truculento senza una ragione. Se dovessi ridurre ad una frase la mia opinione sull’ultimo film di Quentin questo sarebbe quanto. Ma sarebbe riduttivo e ingiusto ignorare il buono del film, perchè se la sceneggiatura in sè non mi è garbata poi così tanto, i restanti dettagli sono di alto livello: la regia è bella, gli attori bravissimi e Morricone ha fatto un lavoro egregio alla colonna sonora, accompagnatrice bellissima di molti momenti. Ma la perfezione formale e la bellezza estetica non bastano quando la storia gira a vuoto per tutta la prima metà e anche io che amo una bella sceneggiatura verbosa mi sono ritrovata a guardare quanto mancasse alla fine. Ci sarebbe voluto più equilibrio, un dispiegarsi degli eventi cruciali più anticipato e vivace, così da non affossare il film all’inizio e arrivare infine stanchi all’ultimo riuscito capitolo.

1 commento

  1. Solopostinpiedi / 20 Febbraio 2016

    Ti appoggio.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext