Recensione su E venne il giorno

/ 20085.3288 voti

Ridicolo. / 12 Giugno 2013 in E venne il giorno

È ridicola la recitazione di tutti quanti, nessuno escluso.
Sono ridicoli i dialoghi, soprattutto quello che esce dalla bocca di Mark Wahlberg e Zooey Deschanel (lei poi che per tutto il film mantiene costante l’atteggiamento e lo sguardo della deficiente totale).
Sono ridicole le situazioni in cui le persone restano a guardare gli altri che si suicidano e non fanno NIENTE a parte frignare. Ma scappare? Tapparsi il naso per non respirare l’aria? Cercare un modo per far riprendere le persone che vanno in “trans”? Qualsiasi altra cosa? No, nessuno fa nulla a parte piangere e gridare ai terroristi.
Di mucchi di persone sconcertate in mezzo alle situazioni di crisi, l’unico che fa domande e propone soluzioni è Elliot, mavà? Come quando fermano il treno e fanno scendere tutti quanti, l’unico che va a chiedere “perché ci siamo fermati? Dove siamo?” è lui, gli altri vagavano in tondo tanto per comparsare. O nel bar la tizia mostra il video che la sorella le aveva inviato tramite cell proprio a lui. Di tutte le persone che erano in quel bar lei fa vedere il video proprio a lui ma perché? Bah.
“È la tossina sprigionata dalle piante che fa impazzire le persone, dobbiamo restare contro vento!” ed il vento inizia a soffiare proprio in quel momento, proprio in quella direzione e con una potenza senza senso visto il posto ed il clima.
La bimba abbandonata dal padre non aveva parenti? In tre mesi se la sono adottata?
E non sono le uniche cose ridicole del film!
Veramente brutto, non perdete tempo a guardarlo.

1 commento

  1. mat91 / 12 Giugno 2013

    A me l’idea di base era anche piaciuta, perché ci vedevo un rimando ai classici di fantascienza degli anni ’50. Peccato che sia stato realizzato veramente male, con tante situazioni più stupide che inquietanti.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext