Recensione su Una notte da leoni 3

/ 20136.0407 voti

Al terzo capitolo diventa il film di Ken Jeong / 6 Giugno 2013 in Una notte da leoni 3

Cè poco da dire, è il terzo capitolo di una saga comica di successo, può piacere come non piacere, lo si può considerare inutile come indispensabile, sta di fatto che pur essendo palesemente sgangherato, sopra le righe (come deve essere) e buttato via il suo compito lo svolge in pieno, intrattiene strappando molte risate, quasi tutte grazie al vero protagonista di questo terzo capitolo, Ken Jeong “Mr Leslie Chow”. E’ lui che tiene in mano il film, quando non è in scena si parla d lui, lo si cerca e quando irrompe nell’inquadratura non ce n’è più per nessuno, un vulcano di volgarità e verve comica grossolona, ma funzionale al film. Gli altri riprendono i loro ruoli come nei precedenti capitoli, Bradley Cooper e Ed Helms funzionano come sempre, il bello e l’isterico, mentre Zach Galifianakis “Alan” gigioneggia, spingendo sul pedale della deficienza epica, per molti è uno spasso, personalmente in questo capitolo non mi è piaciuto troppo. Insomma un film che scorre, una commedia fracassona al suo atto finale?! Chissà….la scena durante i titoli di coda, oltre che ad essere altamente nonsense, folle e strappa risate, lascia qualche porticina aperta…personalmente mi fermerei al numero perfetto, 3!!! Ad ogni modo Mr Chow, criminale pazzoide cocainomane e fumettistico vale il prezzo del biglietto. Se non state al gioco, state a casa.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext