Recensione su L'albero del male

/ 19905.721 voti

25 Gennaio 2014

Questo film di William Friedkin, regista de “L’esorcista”, ha diviso per anni la critica mondiale, c’è chi lo reputa un piccolo gioiello dell’horror, chi un’opera minore da dimenticare…personalmente mi trovo nel mezzo, a mio modesto parere si tratta di un horror poco più che discreto, con elementi prettamente fiabeschi(un bosco oscuro e misterioso, lupi famelici, una sacerdotessa bellissima e ammaliatrice dedita ai sacrifici umani) che si fondono bene con i simboli della modernità(una famiglia di giovani ragazzi in carriera, una casa di lusso) e anche se il regista si è avvalso di una scenografia davvero inquietante e accattivante allo stesso tempo(quasi sempre illuminata dalla luce splendente di una luna piena), il risultato finale non raggiunge la sufficienza.
Non mancano gli effetti speciali, decisamente all’altezza, non manca qualche punta di splatter, ma tutto sommato, pur ritenendola una pellicola molto inquietante, è imperfetta, forse penalizzata dal successo de “L’esorcista” e dal ritorno all’horror, dopo diciassette anni, del regista.
Come ripeto un film inquietante, ma con parecchie pecche, almeno a mio modesto parere.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext