Recensione su Il Grande Gatsby

/ 20137.2900 voti

Il grande vuoto / 6 Gennaio 2014 in Il Grande Gatsby

Ralenti senza ragion d’essere, flashback patinati degni di una soap, commento sonoro onnipresente (per un istante ho temuto che partisse una versione ri-arrangiata di YMCA), panoramiche sfarzose che non fanno altro che sottolineare in continuazione l’inconsistenza dell’intera opera, musica hip hop che probabilmente doveva sembrare una genialata ma che invece risulta essere ridicola, buttata lì a casaccio nei Roaring Twenties (mancava giusto un po’ di dubstep versione fox-trot), escamotages pensati per l’inutile 3D che senza occhialetti risultano essere di una tristezza inaudita e che dimostrano ancora una volta che la peggior trovata del cinema non sopperirà mai all’inadeguatezza registica. Sfarzo fine a se stesso e decontestualizzato, attori insopportabili (Maguire e Mulligan), così tanto didascalico che mancavano giusto dei fumetti disegnati che integrassero la fastidiosissima voice over (ma è un film o un libro? Che diamine, si lascino parlare le immagini!). Due ore (ezeronove) buttate, mi sono rinvigorita giusto il tempo di Young and Beautiful. Provoca anche un lieve mal di testa, come se non bastasse.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext