Recensione su Il Grande Gatsby

/ 20137.2917 voti

Il – fin troppo – Grande Gatsby / 17 Maggio 2013 in Il Grande Gatsby

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Io, così come tutti, non vedo mai di buon occhio i film presi di pari passo dai libri, perché non saranno mai un copia-incolla fedele. Più che altro, penso sempre di aspettarmi qualcosa che più si avvicina alla mia immaginazione. Questo Gatsby di Luhrmann è fin troppo “grande” e sfarzoso, nel libro si coglie, nonostante il grande lusso, l’intimità dei protagonisti, legati da un filo quasi impercettibile. Purtroppo il film ricalca poco questa intimità. A parte questo, ottima fotografia, bellissimi colori, costumi azzeccati, ti fanno entrare con forza nell’età del Jazz, spesso atmosfera un po’
“macchiata” dalla colonna sono contemporanea con brani Rap e R&B (Jay-Z, Will.I.Am) ma altri brani di pregevole fattura (Gotye, Florence and the Machine e l’orecchiabilissima e malinconica Young and Beautiful di Lana Del Rey).
Narrazione piuttosto lenta, fatica ad andare avanti e poi, il ritmo aumenta di colpo sul finale. Peccato che nel film non ci sia una delle frasi piu’ particolari di tutto il libro, Occhi Di Gufo che è l’unico ad arrivare al funerale di Jay Gatsby e grida sulla sua tomba: “Povero vecchio bastardo”, frase poi ripetuta al funerale di F.S. Fitzgerald da Dorothy Parker.
Bravi gli attori, Di Caprio non “spiazza” gli spettatori con questo film, semplicemente conferma la sua bravura. Arriverà l’Oscar finalmente?

Lascia un commento

jfb_p_buttontext