Recensione su Il viaggio di Arlo

/ 20146.8158 voti

Molto buono ma non eccelso / 7 Novembre 2016 in Il viaggio di Arlo

Il famoso asteroide che doveva colpire la terra e causare l’estinzione dei dinosauri manca di un nulla la terra e la storia viene riscritta. I dinosauri si evolvono, diventano intelligenti, tanto più che i nostri protagonisti hanno una fattoria e vivono del lavoro della terra. Il piccolo Arlo nasce insieme ai suoi due fratelli, ma, come si capisce subito, diversamente da loro e dai genitori è molto pauroso e timoroso in tutto. Il padre ad un tratto cerca di aiutarlo portandolo a caccia di un piccolo cavernicolo, ma i due vengono sorpresi da una tempesta e il padre muore. Arlo, tornato alla fattoria, si imbatte nuovamente nel cavernicolo, che più avanti verrà chiamato Spot, e finisce per sbaglio nel fiume che lo trascina via per parecchio. Sarà costretto ad intraprendere un lungo viaggio, dove farà amicizia col bambino e incontrerà diversi personaggi: il classico viaggio che permette al personaggio di evolversi, non solo nel coraggio, ma anche nella saggezza. Insomma, una storia a dire il vero un po’ troppo vista, diciamo che dalla Pixar qualcosina di più a livello della trama te lo aspetti (del resto ci hanno sempre abituato benissimo), ma comunque la storia scorre bene seppur senza particolari sussulti. Neanche a dirlo, stupendi le animazioni, come sempre una gioia per gli occhi. Passo falso quindi? Non direi proprio, però non siamo di fronte a qualcosa che resterà davvero impresso come Wall-E, Toy Story o Up, tutto qui.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext