13 Recensioni su

La ragazza del treno

/ 20166.3239 voti

Un po’ scialbo come il romanzo. / 18 Dicembre 2018 in La ragazza del treno

Premetto che ho trovato un po’ sopravvalutato il romanzo di Paula Hawkins (è un buon giallo ma sinceramente non meritevole di tutto il successo avuto).
Il film la sufficienza la merita, è fedele al romanzo ma c’e’ una sensazione di irrealismo che ho trovato disturbante (non so come spiegarmi ma ci sono comportamenti dei personaggi che messi sul grande schermo non funzionano come nel libro).
L’indagine anche viene sviluppata pochissimo e male (altro aspetto che nel libro funzionava di più).
Mi è piaciuta l’interpretazione di Emily Blunt (attrice che reputo in gamba) così come mi sono piaciute le ambientazioni.
Alla fine non è poi così male, ti incuriosisce anche ma è uno di quei film che si dimenticano in fretta.

Leggi tutto

Senza censura / 24 Ottobre 2018 in La ragazza del treno

Per essere un film è troppo pieno di scene di sesso, ma al tempo stesso scene troppo violente per un pubblico.
Mostra tutta la cruenza dell’ uomo contro le donne, le usa come oggetti e poi le uccide senza nessuna pietà, nascondendo la sua vera natura di assassino maschilista. Un 5 per il corraggio della donna protagonista altrimenti merita molto meno. Un film davvero triste … per un giorno tranquillo è proprio sbagliato.

Leggi tutto

Digestione lenta / 19 Ottobre 2018 in La ragazza del treno

Devo dire che le mie aspettative erano abbastanza alte, ma dopo la visione sono rimasto un po’ deluso. Nel complesso il film non è brutto, ma è particolarmente lento e abbastanza noioso, soprattutto nella prima parte. Inoltre, per i miei gusti ci sono troppe scene di sesso. Una nota di merito va invece al cast, molto buono. Ripeto: la pellicola non è male, ma è un po’ difficile da digerire. Meglio guardarla di pomeriggio e con un bicchiere di brandy.

Leggi tutto

Impalpabile / 15 Febbraio 2018 in La ragazza del treno

Ho letto il romanzo da cui è tratto il film qualche mese fa e, forse, il ricordo della lettura era troppo fresco, per permettermi di essere coinvolta appieno dal film, davvero molto fedele al romanzo, location a parte (qui, dintorni di New York; là, di Londra).
Però, forse anche per questo (e di ciò un po’ mi dolgo), mi è sembrato un lavoro abbastanza mediocre, mal raccontato (personaggi incolori) e con qualche discutibile accorgimento tecnico (in particolare, un montaggio che sovrabbonda di incomprensibili ralenti).

Un dettaglio mal rappresentato che, al contrario, avrebbe dovuto costituire l’elemento fondante della vicenda è la distanza/vicinanza tra la ferrovia e le case osservate dalla protagonista: fisicamente, sono troppo distanti perché lei possa davvero cogliere i dettagli relativi ai suoi occupanti così come vengono “sfruttati” nel racconto. Neanche avesse una vista bionica…
Di buono (ma ciò è legato alla sua matrice letteraria e non al lavoro in fase di sceneggiatura), c’è che si fa veicolo di un messaggio drammatico: si parla di abusi fisici e della pratica della violenta manipolazione psicologica su persone remissive o deboli per cause esogene.
D’altro canto, il problema della dipendenza dall’alcool è rappresentato in maniera proprio inconsistente: la protagonista non sembra mai realmente sopraffatta da questo problema.

Emily Blunt è, a tratti, convincente, ma, nel complesso, non mi è parsa molto credibile nell’interpretare un’alcolizzata grave.

Leggi tutto

Il voto sarebbe un 6.5 / 19 Novembre 2017 in La ragazza del treno

Tratto dal famoso romanzo di Paula Hawkins, un buon thriller con personaggi non troppo amabili.
Rachel (Emily Blunt) prende il treno tutti i giorni per recarsi al lavoro; è reduce da una difficile separazione e per consolarsi, oltre a bere, spia una coppia felice dai finestrini del treno.
Megan (Haley Bennett) è la ragazza “spiata”, vive con Scott (Luke Evans) ma la sua esistenza sembra tutt’altro che felice. Fa la tata alla bambina di Anna (Rebecca) e Tom (Justin Theroux) che è l’ex di Rachel (tanto per chiudere il cerchio).
Le esistenze delle tre donne si intrecciano e quando Megan scompare, Rachel indaga per cercare di dare un senso alla sua vita.
Il film (penso come il libro, che però non ho ancora letto) si basa sul personaggio di Rachel che non desta molta simpatia (per usare un eufemismo); qualche scenata isterica come ad esempio quella al bar con un altro pendolare come lei. Anche gli altri personaggi tra omissioni e segreti non sono granchè simpatici e il disagio di Megan si fatica un pò a comprenderlo.
Però il ritmo è buono con le varie storie intrecciate (che rischiano di complicare un pò le cose) e il film scorre bene fino alla fine.
Nel resto del cast da citare Lisa Kudrow (Friends) nei panni di Martha.

Leggi tutto

Noioso e pure confuso, peccato / 14 Novembre 2017 in La ragazza del treno

La protagonista di questo film è Rachel, interpretata da Emily Blunt, una donna sconvolta nell’abisso dell’alcool, che passa le sue giornate in treno a guardare la casa dove viveva con l’ex marito (Justin Theroux) -che ora vive lì con la nuova compagna (Rebecca Ferguson) e la figlia neonata. Due villette più in là, viene colpita, praticamente ossessionata, dall’amore perfetto che paiono dimostrare i due che vivono appunto lì (Luke Evans e Haley Bennett). Ma, come detto, la ragazza è affetta da una forte dipendenza dall’alcool, e, una sera, sparisce la moglie che lei spiava. Proprio quando la storia sembra farsi interessante, invece, si arena, con un finale un po’ prevedibile, e, soprattutto, troppi flashback, troppa narrazione non cronologica che in questo caso non fa per niente bene alla trama del film, spezzando decisamente troppo il racconto. Peccato perché pareva molto interessante e sotto il punto di vista della recitazione, specie per quanto riguarda la protagonista, era davvero ben fatto. Ma un thriller che non riesce sempre a coinvolgere e a tenere con il fiato sospeso, non va bene.

Leggi tutto

CHE CONFUSIONE SARA’ PERCHE’ TI AMO / 7 Novembre 2017 in La ragazza del treno

La sensazione d’infingardaggine malinconica e di malessere, dovuta perlopiù al ritmo ed alla mancanza di mordente, non può che farmi bocciare in toto “la ragazza del treno”.

Uno svolgimento confuso e saltellante (è un continuo susseguirsi di cartelli “Rachel”, “Anna”, “Una settimana prima”, “Quattro mesi prima”, “Tra dieci anni nel futuro”), un sacco di personaggi drammatici e miserevolmente monotoni, regia da borghesia impiegatizia.
Tralasciando l’intreccio, anche la logica non lavora un granché bene. La ragazza ubriaca vede le case fuori dal treno come se fossero ad una cinquantina di metri. Mentre dal balcone delle case vediamo il treno piccolo piccolo in lontananza come se fosse a svariati km di distanza. Forse l’alcol acuisce la vista della Blunt…una sorta di talento fuori dal comune.

Alcuni passaggi sono eccessivamente lenti e spesso già visti in precedenza, il che spinge lo spettatore nel lodevole sforzo si ripassarsi mentalmente la tabellina del 2.
Qualcuno potrebbe definirlo femminista ma credo che lo sia per i motivi sbagliati.

Leggi tutto

Un giallo inetto / 4 Aprile 2017 in La ragazza del treno

Un giallo inetto, dalla trama goffa e risaputa (la perdita della memoria!), con un colpevole che si individua al primo indizio utile e qualche scena inutilmente granguignolesca alla fine.
Emily Blunt si impegna in modo ammirevole, ma la sua bellezza elegante, non abbastanza dissimulata, rimane un po’ troppo in contrasto con il personaggio di un’alcolista disperata.

Leggi tutto

La ragazza del thriller… / 24 Marzo 2017 in La ragazza del treno

Non sapendo assolutamente nulla della trama rimango un po’ basito dal fatto che sia un thriller. Mi aspettavo tutt’altro film ma questo non mi ha certo sconvolto.
Rachel, già con problemi di alcool, viene lasciata dal marito per un’altra donna con la quale costruirà una famiglia. Ma un evento inaspettato in cui verrà coinvolta la sconvolgerà ancora di più.
L’idea non è male, anche l’intreccio di per se regge bene. Riconosco la lentezza che non gioca a favore del film. Non particolarmente coinvolgente ma non brutto.
Un 6,5 se lo guadagna.
7 per l’idea.
Ad maiora!

Leggi tutto

Sempre meglio del libro / 7 Marzo 2017 in La ragazza del treno

Avevo preso il libro perché la storia mi piaceva dalla trama. Poi invece mi dava solo fastidio il personaggio di Rachel, quindi ho smesso di leggerlo e mi sono fatta raccontare il finale. Il film forse perché più breve, secondo me è meno noioso rispetto al libro.

La ragazza della noia / 4 Marzo 2017 in La ragazza del treno

Noioso e confuso, non mi ha appassionato per niente. Se non avessi letto prima il libro avrei anche faticato a seguire la trama.

Film… Inutile / 16 Gennaio 2017 in La ragazza del treno

X tutto il film si resta in attesa di un colpo finale…Che non arriva mai. Trama nebulosa , a volte noiosa , film di cui nessuno sentiva il bisogno. Peccato , xché la Blunt è sempre su livelli eccelsi e anche gli altri attori sono più che validi. È proprio la trama che è piatta e non porta a niente.

/ 5 Novembre 2016 in La ragazza del treno

Una scemata

inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.

Non ci sono voti.