?>Recensione | Getaway! | Se voglio star bene, di tanto in...
  •    |    
  •    |    
  •    |    
  •    |    
  •    |    
  • Se voglio star bene, di tanto in tanto mi ci vuole un bel thriller pulp alla Peckinpah !

Recensione su Getaway!

/ 19727.434 voti

Se voglio star bene, di tanto in tanto mi ci vuole un bel thriller pulp alla Peckinpah ! / 26 febbraio 2014 in Getaway!

Un thrillerone così forte e violento era da molto che non lo vedevo. Di quelli che, alla fine, dopo averti tenuto col fiato sospeso per tutta la durata, ti fanno fare un bel respiro ed esclamare compiaciuti:- Ah…un thrillerone così mi ci voleva proprio.

Ok, dopo questa caga*a che ho sparato (LOL) vi parlo più precisamente del film. 😀
Steve McQueen interpreta un “criminale” potente e spietato, che affronta una marea di peripezie, trovandosi all’interno di un intrigo intricato da cui è complicato uscire vivi.
Peckinpah filma in maniera impeccabile tutto ciò e catapulta lo spettatore dentro il film! Violenza, azione, tensione adrenalinica. Non sono tanti (quindi non troppi) i tocchi di classe del regista, che qui lascia parlare le immagini, che sono abbastanza fluide di per sé. Peckinpah sistema qualcosina per rendere fruibile il tutto.
Ma ciò non significa affatto che il suo stile non si conservi in quest’opera…Al contrario !
Mai come in quest’opera il suo stile è molto riconoscibile e la regia è impeccabile sotto tutti i punti di vista; rende il film più duro ed energico.
Non avete nulla da fare (improbabile) ? Avete molte cose da fare o non avete voglia di far nulla (probabile) ? Beh…il mio consiglio è di vedervi sto’ film se non l’avete già fatto, perché ne rimarrete certamente soddsfatti.
Dunque, un pulp movie alla peckinpah….lungometraggi così tosti ed espressivi non ne facevano all’epoca (almeno non con questa durezza ed al contempo fluidità nel trasmettere il messaggio, l’emozione ed il contenuto) né, figuriamoci, oggigiorno.
Poi, non c’è più ne peckinpah né McQueen, purtroppo, ed è questo il problema fondamentale (oltre al sistema in generale che non lo permette).
Quindi, l’unica cosa che resta da fare è vederselo. Tecnicamente ottimo e vigoroso nei contenuti ! Ottimo, a mio modo di vederla, anche il finale; anche se forse un po’ cercato, perché comunque concludere il film non era semplice ed è stato, tutto sommato, una gran bella scelta quella del finale, che non stona.
Solo un appunto, ho letto qui sotto la critica alla scena dello schiaffeggio alla ragazza da parte di @paolodelventosoest (non lo schiaffeggio, ma la critica -.-“).
Concordo con te, paolo, un po’ tutto il film è maschilista e sì, a quanto pare Peckinpah è un po’ misogino, considerand oanche le altre sue opere. Perché, per un’accusa tale può essere rivolta solo se l’aspetto della donna inferiore all’uomo è ripetuto insistentemente e con accanimento e se, in talune parti, questo aspetto è inserito probabilmente in modo superfluo, nel senso di ingiustificato (mi sembra, quindi, ci siano le condizioni).
Tuttavia, ciò non toglie che questo resta un ottimo film e questo aspetto non ha influito sul mio voto, poiché, almeno in questa pellicola, nel contesto è inserito in modo opportuno e quindi Peckinpah è parzialmente giustificato, pur rimanendo vivo il sospetto.
Al massimo, un mezzo voto l’avrò sottratto in quanto, quella tra la MacGraw e McQueen, non sembra affatto essere la miglior storia d’amore della storia del cinema (eufemismo).

Lascia un commento

jfb_p_buttontext