Recensione su Getaway!

/ 19727.441 voti

Peckinpah/Mcqueen: una combinazione perfetta. / 29 Giugno 2013 in Getaway!

Un pò noir, un pò action movie, un pò road movie. Uno dei più grandi film degli anni 70, solida dimostrazione di quanto un film d’azione possa dimostrarsi intenso, crepuscolare, magnetico, accattivante e per nulla banale, quando a guidarlo ci sono un maestoso regista, duro, spietato ma anche straordinariamente romantico quale è Mr Sam Peckinpah, e un attore, il quale, rappresenta, senza sforzo alcuno, la quintessenza della star carismatica, affascinante e controversa, Steve Mcqueen. E’ forse (insieme a “La grande Fuga”) il film dove Mcqueen dimostra di essere davvero un attore notevole, in grado da solo, di reggere la tensione di un film, cosa che non può accadere nel corale film di John Sturges, nonostante in “Getaway” con lui ci sia la bellissima Ali MacGraw.
La fuga disperata di una coppia di rapinatori, infedelmente innamorati, verso il Messico, fra tradimenti di ogni genere, sporchi segreti e meravigliose sparatorie al sangue. Una storia semplice, ma ipnotica ed interessante, non manca nulla, nemmeno un bottino milionario per il quale si scatenerà tanta violenza, ma è il mondo rappresentato con mano così spietata e crudele a stabilire gli standard sia dell’opera in questione che dei tanti action movie, cloni, degli anni a venire. Finale geniale, in aperto contrasto con il pessimismo totale del film e l’amoralità di tutti i personaggi, anche dei due protagonisti, insieme fino alla fine ma forse mai solidamente uniti. Splendida la MacGraw, esotica femme fatale, perfetta partner di Doc/Mcqueen. Sceneggiatura di Walter Hill. Un modello con cui confrontarsi.

3 commenti

  1. paolodelventosoest / 7 Novembre 2013

    Incuriosito ed invogliato dalla tua rece, metto in visione a breve questo Peckinpah…

    • Bisturi / 7 Novembre 2013

      Io ho una particolare passione (come si evince dal mio avatar) per “The King Of Cool” Steve Mcqueen e lo ammetto sono un pò di parte, ma ciò non toglie che oggettivamente parlando questo è uno dei migliori film di Seve in assoluto, insieme a The Great Escape, Papillon, I Magnifici Sette e il leggendario Bullitt. Un grande attore dallo stile asciutto e minimalista, poco loquace ma intenso nelle movenze e nelle espressioni. Su Sam Peckinpah, vabbè, non è una novità che sia quel gran regista capace di raccontare storie cepusclari, pessimistiche ma con una forte venatura di romanticismo represso che con ogni so film ha sempre dimostrato di essere. Buona visione @paolodelventosoest

  2. paolodelventosoest / 8 Novembre 2013

    Come antipasto ho voluto ieri guardarmi “Convoy – Trincea d’asfalto”. Niente di trascendentale, un road-movie ridanciano col solito feticcio Kristofferson per cui non stravedo.
    Mi son visto invece i primi quindici minuti di questo, e l’effetto è ben diverso; incipit spettacolare! Domenica me lo guardo ben benino e ti so dire 🙂

Lascia un commento

jfb_p_buttontext