9 maggio 2014 in The Garden

Bisogna chiudere gli occhi su certe cose: pensare alla situazione personale di Jarman al termine della sua vita, a ciò che aveva passato negli anni precedenti, all'evidente carenza di budget da cui parte questo film... È un gioco a incastri di immagini e suoni, colmo di riferimenti biblici e non, forse uno dei film migliori di Jarman, certamente... continua a leggere »