Recensione su The Founder

/ 20176.8237 voti

Asciutto e gradevole, come una patatina ben fritta / 10 Febbraio 2018 in The Founder

Mi incuriosisce sempre conoscere le origini di un fenomeno e, per quel che mi riguarda, anche se non so quanto sia fedele a quanto accaduto realmente, questo The Founder si è prestato bene all’uopo.
John Lee Hancock ha già diretto diversi film di questo genere: fra di essi, ho visto solo Saving Mr. Banks, che, però, non mi piacque particolarmente.
Invece, questo racconto di rampantismo e, se vogliamo, di ossessione mi è garbato assai.

La storia è narrata in maniera asciutta, veloce (i 115 minuti del film filano via che è un piacere), la ricostruzione d’ambiente è molto gradevole e i personaggi sono ben caratterizzati e ben interpretati. Fra gli attori, spicca il protagonista, Michael Keaton (che mi è sembrato 10 volte più rugoso che in Birdman, l’ultimo film in cui l’avevo visto recitare), sempre bravo a incarnare personaggi affatto cristallini.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext