Recensione su La famiglia Fang

/ 20166.552 voti

Interessante / 13 settembre 2017 in La famiglia Fang

Secondo lavoro alla regia di Jason Bateman, un film davvero particolare. La famiglia Fang appunto è la protagonista: mamma e padre (da vecchio il babbo è il mitico Christopher Walken) sono artisti decisamente particolari, dei “performance artist”, sicuramente molto discussi, sia amati che criticati. Nelle loro particolari “opere” coinvolgono fin da piccoli i loro figli, Annie e Baxter. Col passare del tempo i figli si sentono troppo legati al singolare mondo dei genitori e decidono di distaccarsene. Al giorno d’oggi, Annie (Nicole Kidman) è un’attrice famosa più per i suoi problemi con l’alcool che per i film, mentre Baxter (lo stesso Jason Bateman) è uno scrittore anch’esso di poco successo. Mentre scrive un pezzo però viene ferito in modo da necessitare il ricovero, niente di grave, però è l’occasione per la famiglia di riunirsi dopo tanti anni. Ma lo scetticismo sembra regnare sovrano, e i figli non si vogliono concedere ad un nuovo “numero artistico” che i genitori vogliono fare. A quel punto, semplicemente, i genitori partono in auto e scompaiono nel nulla, con la polizia che sospetta di un omicidio, e le indagini sembrano avvalorare l’ipotesi. Qui la storia si fa ancora più interessante, con Annie convinta che sia la solita burla, mentre Baxter è decisamente convinto che sia successo qualcosa di grave. Fatto sta che il film, anche se è decisamente particolare, riesce, soprattutto nella seconda parte, ad appassionare e sorprendere, e il sottile umorismo misto al drammatico fa bene il suo lavoro. Così come le prestazioni degli attori, tutti decisamente al top. Un lavoro molto particolare, che mi sento di consigliare comunque perché è davvero ben fatto ed originale per me.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext