Recensione su L'esorcista

/ 19737.4561 voti

1 marzo 2011

Non UN film su di un esorcismo ma IL film sull’esorcismo; non è neppure pensabile metterlo a confronto con quei pochi prodotti di genere sull’argomento, anzi forse l’insuperabilità di questa pellicola è proprio il motivo per il quale questo tema è forse il meno inflazionato tra tutti quelli in cui pesca il genere horror: se ci pensate, i film riguardanti il tema dell’esorcismo si contano sulle dita di due mani, e alcuni di questi sono stentati seguiti o addirittura prologhi del suddetto capolavoro….troppa paura del confronto?Probabile, e sinceramente meglio così! Tutti gli attori sono eccellenti, non c’è nemmeno bisogno di nominare Max von Sydow o Jason Miller (rispettivamente padre Merrin e padre Karras), ma io voglio spendere una parola per l’ignota controfigura di Linda Blair: carissima, non mi è dato sapere il tuo nome, non conosco il tuo volto e probabilmente non lo conoscerò mai, in ogni caso sappi che il film, senza la tua interpretazione, sarebbe crollato come un castello di carte; sulla locandina dovrebbe esserci il tuo di nome, altro che Linda Blair (siamo onesti, la ragazzina sarà pure bravina, ma avrà girato si e no un quarto d’ora di film!). Ah, un ultimo grazie, perchè senza la tua fantastica performance non avremmo oggigiorno delle piccole perle di idiozia cinematografica come “Riposseduta” o “L’esorciccio”: questi film sì che a volte funzionano da esorcismo alle sfighe della vita!

2 commenti

  1. stefania86 / 24 luglio 2011

    D’accordo con te. Fatto benissimo.. Paura allo stato puro. Imperdibile.

  2. wigelinda / 6 gennaio 2012

    La controfigura di Linda Blair è Eileen Dietz: http://en.wikipedia.org/wiki/Eileen_Dietz e http://www.eileendietz.com/ 🙂

Lascia un commento

jfb_p_buttontext