Recensione su The Equalizer - Il Vendicatore

/ 20146.5111 voti

qualcosa piú di un 6 / 13 ottobre 2014 in The Equalizer - Il Vendicatore

Certo l’originalità non sta di casa qui. Di ex agenti segreti riportati all’azione da giusta e lacrimevole causa ne son pieni i palinsesti e le tasche (e i cattivi sono pure russi…). Ma va detto che qui c’è del buon mestiere. Denzel con pancetta è pur sempre carismatico e il resto del cast ha le facce giuste. Il tutto governato da una regia solida che nelle scene d’azione sa come usare contrappunti visivi e musicali per tenerti vispo e avvinto (che in assenza di idee non è poco). Troppo lenta forse la prima parte, dove si stabilisce la normalità e l’altruismo debordante del nostro, con solo qualche malinconico accenno al suo passato, ma il ritmo poi cresce e resta su di giri. In definitiva se non vi aspettate Die Hard o La promessa dell’assassino per un mercoledì a 5 euro può andare. P.S.-Interessante la sottotrama “lo zen e l’arte di ammazzare con qualsiasi cosa”. Mi ha fatto pensare a un secondo episodio del genere” l’Equalizzatore contro McGyver”. Idea mia, marchio registrato.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext