?>Recensione | Facciamola finita | Intelligente idiozia.

Recensione su Facciamola finita

/ 20136.1214 voti

Intelligente idiozia. / 6 settembre 2014 in Facciamola finita

(Sei stelline e mezza)

Baggianata assai curiosa, poiché il film in questione sa giocare in maniera molto intelligente con i registri del metaracconto e del citazionismo, sbracando consapevolmente in una marea di volgarità gratuite ma anch’esse calcolatissime.

Insomma, trattasi di una pellicola caciarona e idiota, ma pianificata con rigore quasi matematico.
Impossibile, quindi, non apprezzarne l’architettura posticcia, forzatamente e stupidamente giovanilistica, utile a reggere il gioco del vero-non vero rappresentato dal fatto che tutti gli attori interpretano (ma, probabilmente, solo in parte) sé stessi. Di reale, qui, paiono esserci solo i nomi delle star ed i titoli dei film da loro interpretati (ancora, realtà contro finzione).
Appare difficile, per esempio, credere che Michael Cera sia davvero come viene mostrato nel film, ma lo spettatore medio, da me qui rappresentato, su cosa si basa, nell’esprimere tale pensiero, se non sui film dal Cera interpretati?
Quanto l’immagine sullo schermo influenza la percezione che abbiamo delle star del mainstream?
Risulta “coraggiosa”, quindi, la scelta di tutti, dal super-edonistico James Franco a Jonas Hill, fino a Channing Tatum, di mostrarsi ossessivamente ridicoli, per mischiare ancora le carte, per confondere lo spettatore, per fargli cascare le braccia, ma con un senso di dubbio.

Ipnoticamente volgare la disquisizione tra Franco e Danny McBride sulle “reazioni” del secondo alla rivista porno messa a disposizione dei sopravvissuti dal padrone di casa: cifra e misura del “gioco” del film.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext