Recensione su The Domestics

/ 20185.510 voti

Il voto sarebbe un 6.5 / 10 Giugno 2019 in The Domestics

Discreto film, un misto tra “Mad Max” e “La notte del giudizio”.
In un mondo post apocalittico, Nina (Kate Bosworth) e Mark (Tyler Hoechlin) stanno cercando di raggiungere Milwaukee non avendo più notizie della famiglia di lei. Ormai il mondo è dominato da varie bande criminali (anche se definirli così è poco, sono sadici e psicopatici) che tendono a uccidere o seviziare quelli che incontrano sulla loro strada; quindi il viaggio sarà molto complicato, difficoltà dovute anche al rapporto tra i due dato che prima che avvenisse l’apocalisse la coppia era sul punto di divorziare.
Film con un buon ritmo e qualche ottimo momento di tensione; forse poteva essere approfondito maggiormente la diversità della varie bande che si incontrano sul loro cammino. Ma non sono solo le bande, anche la gente “apparentemente” normale dopo l’apocalisse non lo è più. E’ interessante l’evoluzione di Nina, all’inizio timida forse un po’ provata dal possibile divorzio, fatica a fidarsi del marito. Ma durante il viaggio, i vari incontri/scontri la rafforzeranno facendola diventare molto più dura e decisa, non esiterà a “sporcarsi le mani” in prima persona per difendere le persone che ama. Mi è piaciuto molto anche il personaggio di Betsy (Sonoya Mizuno) taciturna, componente delle Ciliegie, che cerca di difendere le donne.
Nel resto del cast da citare Lance Reddick nei panni di Nathan.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext