Recensione su La casa del diavolo

/ 20057.0116 voti

Chi è davvero il mostro? / 23 maggio 2014 in La casa del diavolo

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Una bomba dall’inizio alla fine: dalla sparatoria iniziale in casa a quella finale in macchina dei tre “reietti”. Scena finale, appunto, probabilmente tra le più belle mai viste, con in sottofondo “Free Bird”, con i protagonisti che vanno incontro alla morte. Perfetta.
Ma i cattivi, in realtà, in questa storia chi sono? I tre reietti, appunto, oppure il capo di polizia che nel finale tortura i tre? Probabilmente il vero “mostro” del film è proprio il poliziotto, il quale durante la tortura è divertito e si vede che lo fa per un resoconto personale (la morte del fratello nel primo film) ; i tre reietti, invece, torturano le proprie vittime perché sono così di natura e possiamo quasi accettarli, dato che lo fanno da sempre, sono nati in un certo ambiente. Quindi Zombie qui vuole farci riflettere anche sull’arretratezza di alcuni stati americani, dove se sei un poliziotto puoi fare praticamente quello che ti pare, come appunto torturare delle persone. Ma invece se torturi delle persone ma non sei un poliziotto devi essere giustiziato. E quindi non c’è alcuna differenza tra un poliziotto che uccide dei ragazzini per giustiziarli e dei ragazzini che, di conseguenza, uccidono perché sono abituati a farlo. Quella sottile linea che divide ciò che è giusta da ciò che è sbagliato non c’è più.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext