Recensione su The descent - Discesa nelle tenebre

/ 20056.6157 voti

Neil Marshall che tu sia maledetto. / 30 Gennaio 2013 in The descent - Discesa nelle tenebre

Per i primi quindici minuti di film non succede nulla a parte un incidente stradale che distrugge moralmente una delle protagoniste e la presentazione del gruppo di allegre comari che si divertiranno a scalare gli Appalachi. Una è snodabile come Barbie. Per i seguenti 50 minuti invece di scalare le montagne si infilano in una voragine (neanche fossero in tomb rider e la citazione nel film mi è piaciuta) a sua volta piena di cunicoli. La claustrofobia regna sovrana e oltre ad essa qui regnano degli strani mostriciattoli (Ecco, comincia l’horror) leggermente somiglianti a Gollum. Piuttosto banale, non ci vedono ma sono più cattivi di una tigre con un peperoncino nelle chiappe. Non vedendo usano gli ultrasuoni come i pipistrelli.
Buone le scene splatter e quelle del combattimento, il problema però è se non ci vedono ma sentono bene, perchè urlare “CORRETE”? Non basterebbe gattonare e non fare rumore?

BOCCIATO

Lascia un commento

jfb_p_buttontext