Recensione su The day after tomorrow - L'alba del giorno dopo

/ 20045.9560 voti

13 Gennaio 2012

Il film non si discosta molto dalle altre pellicole del genere catastrofico.
Però stavolta le premesse non sono fantascientifiche (asteroidi, extraterrestri o Godzilla) ma abbastanza reali.
Sembra infatti che esista un rapporto del Pentagono sulle possibili conseguenze di un surriscaldamento del globo e il film ha preso spunto da questo. Ma torniamo al film.
C’è il solito scienziato che aveva previsto tutto (per poi dire “Ve l’avevo detto”), che diventa poi eroe cercando di salvare il figlio intrappolato a Manhattan; interpretato abbastanza bene da Dennis Quaid.
Ci sono i politici che non ascoltano ma in questo caso si assisterà alla vera fantascienza del film: alla fine il presidente chiede scusa (clamoroso!!).
C’è il figlio che si innamora….
Comunque il film fa il suo dovere: intrattiene con ottimi effetti speciali e fa pensare.
C’è anche la scena paradossale in cui in questo caso sono gli americani a cercare di entrare clandestinamente in Messico (che aveva chiuso le frontiere x paura del flusso di gente).

Lascia un commento

jfb_p_buttontext