Recensione su The Conspirator

/ 20116.985 voti

16 novembre 2011

Sarebbe un 6.5 in realtà. Non posso dire che fosse fatto male, perchè è un film che si avvale di un ottimo cast su cui spiccano James McAvoy (comincia a piacermi davvero il suo percorso cinematografico dopo che lo avevo apprezzato in “L’ultimo re di Scozia”), un’invecchiata Robin Wright e un irriconoscibile Kevin Kline; interessante la fotografia che dà al tutto un tono patinato, da vecchia foto sbiadita e rimanda alla confusione sociale della trama. Notevoli in rimandi ed i confronti con l’attualità di cui ogni critica ha ampiamente parlato e discusso.
La sceneggiatura non brilla particolarmente, riciclando un pò frasi e situazioni già sentite in analoghi contesti.
E’ un film americano, su un pezzo di storia americana infarcito di una buona dose di retorica hollywoodiana.
Non è male ma non è il capolavoro di Redford. Si lascia guardare senza rimanere scolpito e senza deludere troppo.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext