Recensione su Quella casa nel bosco

/ 20126.3351 voti

16 Giugno 2013

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Non amo molto questo genere di horror, ma amo l’horror, quindi dopo luuuuunghe riflessioni (e con molti dubbi) ho deciso di vedere questo film.
L’inizio non è grandioso. Poi si sviluppa meglio, anche se a tratti l’ho trovato un po’ noioso.
L’idea della cantina e quindi della possibilità di scegliere come morire, mi è piaciuta tanto, perchè non ho mai visto un film organizzato in quel modo.(chiedo venia se la mia ignoranza mi ha nascosto l’esistenza di film simili)
Bello che nei sotterranei ci fossero i classici mostri dei film horror, anche se proposti in una chiave diversa. Insomma, hanno preso delle cose che ormai non spaventano più nessuno, che erano dei classici e sono diventati dei mostriciattoli triti e ritriti senza un minimo di originalità, e li hanno trasformati senza modificarli affatto.
Questo perchè hanno cambiato l’idea di loro. Non sono più cose nascoste, che nessuno controlla e può intrappolare. Adesso sono degli strumenti dell’uomo, che possono essere manipolati e utilizzati a suo piacimento. è questo concetto che mi è piaciuto, che fossero delle armi, piuttosto che gli assassini stessi.
Il finale non mi è piaciuto molto, dico la verità.
Tutta la roba dei mostri antichi che volevano distruggere il mondo e dei sacrifici e quant’altro, mi sono sembrati eccessivi.
Merita un 6, tuttavia, anche se vorrei dargli di più.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext