Recensione su Non è mai troppo tardi

/ 20077.1254 voti

26 gennaio 2013

La morte è qualcosa di cui non si deve mai parlare, la nostra società ci ha insegnato a tenerla lontana, ad averne paura, a fuggire da lei a ogni costo…Rob Reiner ci insegna invece a ridere della morte in questo film “evento” che unisce due grandissimi del cinema Morgan Freeman e Jack Nicholson.
Visto il tema il rischio finale era quello di cadere inevitabilmente nel melodramma, ma fortunatamente la grandezza e l’immensa bravura dei due protagonisti evita proprio di cadere nelle spire del pietismo e del melò, regalandoci due interpretazioni favolose, da una parte un Nicholson che fa il matto e l’incazzoso(come gli accade di sovente) in modo assolutamente divino e dall’altro un Freeman riflessivo e flemmatico in una delle sue più intense e indimenticabili interpretazioni.
Grazie a loro si riesce a sorridere e soprattutto si riesce a nutrire ancora un briciolo di speranza, la speranza che nella vita, se lo si vuole veramente, tutto diventa reale e possibile.

1 commento

  1. johnanthony / 10 agosto 2013

    Ma allora perché solo 6? La recensione tua è da almeno 8…

Lascia un commento

jfb_p_buttontext