Recensione su I ponti di Madison County

/ 19957.6289 voti

13 marzo 2014

Basterebbe leggere “Clint Eastwood” e “Meryl Streep” per aspettarsi grandi cose e, senza far decadere la premessa, così è.
Struggente : è il termine giusto per definirlo.
Una donna limitata dagli schermi della vita -limitata dal ruolo di moglie e madre.
Una donna che da la parvenza di non conoscere, ormai da anni, ciò che esiste al di fuori della sua dimora : affaccendata in piccoli compiti in grado di darle solo mere soddisfazioni.
Quattro giorni di pausa estremamente desiderati e, per pura casualità, l’incontro con lui : uno spirito libero, affascinante, saggio e soprattutto in grado di farle cogliere i piaceri della vita.
In poche giornata,Francesca, darà voce alla propria repressione e si innamorerà, come mai nella sua intera vita, di Robert.
La passione, la privazione e l’abbandono al “dovere” sono interpretate divinamente -tanto bene da penetrare nell’animo e lasciare il segno.

*Fiumi di lacrime*

Lascia un commento

jfb_p_buttontext