2009

The Box

/ 20095.2197 voti
The Box
The Box

1976. I coniugi Norma e Arthur Lewis conducono una vita abbastanza normale. Lei è un'insegnante, lui un ingegnere alle dipendenze della NASA. Un giorno un uomo, Arlington Steward, si presenta alla loro porta per consegnare alla coppia una scatola munita di bottone. Se i due decideranno di premere il pulsante, riceveranno un milione di dollari ma, allo stesso tempo, causeranno la morte di una persona sconosciuta. Il film è tratto da un racconto di Richard Matheson, Button, Button.
schizoidman ha scritto questa trama

Titolo Originale: The Box
Attori principali: Cameron DiazJames MarsdenFrank LangellaMichael ZegenJames RebhornHolmes Osborne, Gillian Jacobs, Celia Weston, Lisa K. Wyatt, Michele Durrett, John Magaro, Allyssa Brooke, Cheryl McMahon, Jenna Lamia, Evelina Turen, John Franchi
Regia: Richard Kelly
Sceneggiatura/Autore: Richard Kelly
Colonna sonora: Win Butler, Régine Chassagne, Owen Pallett
Fotografia: Steven Poster
Costumi: April Ferry
Produttore: Richard Kelly, Dan Lin, Sean McKittrick, Sue Baden-Powell, Terry Dougas, Ted Field, Edward H. Hamm Jr. , Paris Kasidokostas Latsis
Produzione: Usa
Genere: Drammatico, Thriller, Fantascienza
Durata: 115 minuti

Si poteva fare di più. / 13 Febbraio 2016 in The Box

Un mezzo passo falso per il regista del sorprendente Donnie Darko. Tratto da un racconto di Richard Matheson, il film parte subito bene con una storia angosciante(decidere della vita di un altro essere umano), resa ancora più inquietante dall’ambiguità e dall’orrenda deturpazione del personaggio interpretato da Frank Langella.
La ricostruzione storica di fine anni’70 è notevole, così come l’uso della fotografia, tutta incentrata su colori dalle tonalità smorzate, ma alla fine il film si perde un po’ nel tentativo del regista di voler dare una spiegazione logica ai tanti fatti surreali che si susseguono, andando così a impantanarsi tra metafisica, religione, libero arbitrio, moralità e cupidigia dell’essere umano e filosofia.
Peccato perché poteva essere davvero qualcosa di superlativo come lo fu a suo tempo “Donnie Darko”, ma nonostante questo lodo ancora una volta la bravura di questo regista, anche se in questo caso si tratta di un’occasione sprecata.
La sequenza della biblioteca è quanto di più grottesco abbia visto in vita mia.

Leggi tutto

20 Marzo 2014 in The Box

L’idea era buona: una scatola, una scelta da fare e tanti dubbi. Molto intrigante. Motivo per cui ho scelto di vederlo. Ecco, poi però oltre all’idea di buono non ho visto più niente. Sconsigliatissimo.

Carino, ma niente di più / 2 Marzo 2012 in The Box

Bello l’inizio, la suspence, la velocità delle scene… pecca sul finale, banalissimo e surreale.

Ma poi, chi ci crede ad una Cameron Diaz con handicap???

Buona l’idea ma non altrettando il film / 2 Marzo 2012 in The Box

Sufficienza perchè l’idea è buona poi però la sceneggaitura si perde parecchio ed il film diventa pesante, che per un thriller non è una bella cosa

12 Gennaio 2012 in The Box

Prima parte assolutamente avvincente e intrigante, con il quesito sulla scelta che non viene posto solamente ai Lewis ma anche agli spettatori… Poi parte centrale con alcuni personaggi stravaganti, per non dire altro: l’allievo di Norma e la loro babysitter che si comportano in modo strano. Il piccolo accenno alla donna ammazzata dal marito, la famiglia di Norma, qualche altro episodio particolare nei dintorni.
Qualche passaggio un pò strano e non perfettamente spiegato (o al massimo solo accennato) come già succedeva in Donnie Darko; per esempio i portali, non si capisce bene a cosa servono e come funzionano, ma anche i “dipendenti”.
Per arrivare al finale di nuovo avvincente e appassionante con un’altra scelta da fare sia per i Lewis che, per fortuna solo mentalmente, anche per gli spettatori.
Il film è comunque molto interessante e appassionante anche se, come già x Donnie Darko, non tutto viene spiegato. Bravi gli attori, Cameron Diaz e James Marsden nei panni dei Lewis, e bravo soprattutto Frank Langella con il viso inquietante.

Leggi tutto