Recensione su Il collezionista di ossa

/ 19996.8375 voti

Molte conferme… / 21 ottobre 2011 in Il collezionista di ossa

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

…e non parlo degli attori o del regista. Ma parlo dell’idea – molto diffusa – secondo cui il libro è sempre migliore del film. E anche questa volta è così. Il film tralascia secondo me troppi fatti importanti che sono nel libro (come, su tutto, la conferenza delle Nazioni Unite che nel film è completamente snobbata) e che avrebbero dato un tocco più originale al tutto. Altra cosa che non comprendo è il perché di cambiare i nomi dei personaggi (tranne, e volevo ben vedere!, quello di Lincoln Rhyme), a quale scopo? Perché Amelia Sachs diventa Amelia Donaghy? Perché Lon Sellitto diventa Paulie Sellitto? Posso ancora comprendere il totale cambio di personaggio per l’infermiere (da Thom, un uomo, a Thelma, una donna), ma il resto proprio no! Ma poi? Jerry Banks diventa un Kenny Solomon!
E il finale è condizionato dai tagli citati prima: nel libro ci sono due medici, in totale contrapposizione, uno pro-eutanasia che vuole aiutare Rhyme a morire, e uno assolutamente contrario. Questo nel film non c’è, anzi il fattore eutanasia è appena accennato all’inizio del film!

Lascia un commento

jfb_p_buttontext