Recensione su Bling Ring

/ 20135.4402 voti

Bastianich direbbe ‘Dilusione di diludendo’ / 28 Settembre 2013 in Bling Ring

Partendo dal presupposto che eravamo tutti troppo gasati per questo film ommioddio-la-storia-vera-che-figoh è lecito ammettere che comunque ci aspettavamo quello che abbiamo visto: la cccioventù bruciata, i soldi, Loboutin, Birkin, case spaziali, un qualcosa che ricorda Spring Breakers per quanto riguarda il livello di troiaggine e chi più ne ha più ne metta. Dal punto di vista del trash, 10+.
Ma per il resto, il trash era diciamo obbligatorio, ma poi? Questi rubano a destra e a manca, li sbattono dentro, e poi? Nel film manca la trama, il senso, la morale. Insomma, almeno la soddisfazione la frase finale da postare su Facebook come filosofia di vita.

Per quanto riguarda gli attori: Watson finta come poche volte in vita sua, una recita dentro la recitazione; la Chang è perfetta e bellissima; Broussard nel ruolo della checca con le decoltè rosa mi è piaciuto ma potevamo tagliare tutta la parte alla Noi siamo infinito di ‘io sono un disagiato vado a scuola e trovo i miei nuovi fighissimi BFF’; Taissa Farmiga tossica come in American Horror Story; l’altra bionda-di-cui-non-so-il-nome rimane la mia preferita perchè l’unica che riesce davvero nell’impresa di sembrare ricca e viziata (screw you Emma, sembravi Hermione nel mezzo di una crisi esistenziale).

Lascia un commento

jfb_p_buttontext