Recensione su Taron e la pentola magica

/ 19856.6127 voti

Sufficiente / 27 Dicembre 2013 in Taron e la pentola magica

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Bell’atmosfera fantastica e dark sicuramente apprezzabile dai più grandi, forse troppo spaventosa per un bambino (benché queste sfumature horror siano presenti anche nel celeberrimo “Biancaneve e i sette nani”). Tuttavia, il film soffre la mancanza di quella magia che solitamente caratterizza e che ha reso memorabili i prodotti Disney. Sono presenti piccole incongruenze (per esempio, si dice che per distruggere la pentola è necessario che vi entri dentro un essere umano, ma alla fine ci entra Gurghi, che non sembra proprio un umano!). Il personaggio di Sospirello mi è sembrato abbastanza inutile ai fini dello sviluppo della vicenda. Il cattivo Cornelius è veramente inquietante, ma non si comprendono bene le sue motivazioni. Lo scarso successo del film probabilmente ha spinto la Disney ad allontanarsi da un genere che, chissà, avrebbe potuto rivelarsi interessante, se fosse stato gestito meglio. Insomma, vale la pena di vederlo, benché lasci un senso di “si poteva fare di più”.
Una curiosità: diversi personaggi sono doppiati dalle stesse voci dei Puffi.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext