Recensione su Un anno da leoni

/ 20116.066 voti

Il voto sarebbe un 6.5 / 21 luglio 2014 in Un anno da leoni

Pensavo potesse essere più demenziale invece è una commedia abbastanza simpatica sul birdwatching.
Certo che col potenziale trio Steve Martin-Owen Wilson-Jack Black poteva essere più divertente, invece si mantiene sul filo della simpatia ma senza suscitare grosse risate. Il birdwatching è solo una scusa (infatti gli uccelli sono solo sullo sfondo) per esaminare i cambiamenti nelle vite dei tre protagonisti. Owen Wilson è il re del “Big year”, competizione di birdwatching sul numero di uccelli avvistati durante un anno. Questa gara è basata molto sulla fiducia (e di questi tempi, questa è già una nota interessante); infatti basta dire di aver visto (o anche sentito) un uccello affinchè questo venga considerato nel conteggio. Bostick è un uomo quasi ossessionato dalla difesa del record a costo di rischiare il divorzio dalla moglie Jessica (Rosamund Pike).
Stu vuole andare in pensione e dedicarsi alla sua passione del birdwatching; il Big year è praticamente una prova generale di quello che lo aspetta. Brad invece è costretto a dividersi tra il lavoro e il birdwatching, appoggiato dalla madre e inizialmente un pò denigrato dal padre (Brian Dennehy).
All’ottimo cast sopra citato, da aggiungere Rashida Jones (una bella osservatrice di uccelli; non pensate male, non sono presenti doppi sensi), Anjelica Huston e Kevin Pollak.
Stupido e fuorviante il titolo italiano

Lascia un commento

jfb_p_buttontext