Recensione su La grande scommessa

/ 20157.1309 voti

L’economia ai tempi di Margot Robbie / 8 Gennaio 2016 in La grande scommessa

Hollywood ci prova a spiegarmi come funziona Wall Street, ma è inutile. Non bastano nemmeno Margot Robbie, Anthony Bourdain e Selena Gomez.
Il film racconta nel dettaglio le cause della bolla dei mutui sub-prime americani che ha causato la crisi economica mondiale del 2008 di cui subiamo gli effetti ancora adesso. La materia è complicata, e il film, anche rompendo il quarto muro, cerca di sbrogliare la matassa nella maniera più chiara e ironica possibile. Quello che riesce a chiarire sono però gli effetti di certi meccanismi finanziari, usando metafore che illustrano la portata devastante di quelle truffe. Raccontare le cause però è un’altra cosa, e è ancora solo per addetti ai lavori. Ma le metafore sono sufficienti a costruire un film vivace e insolente, che scalderà gli animi grillini e di chi apprezza le interpretazioni fisiche e esasperate di grandi attori come Christian Bale e Steve Carell.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext