Recensione su The Avengers

/ 20127.1853 voti

The Avengers / 2 Maggio 2012 in The Avengers

Tra i film di supereroi che ho visto fino ad ora, questo è decisamente il migliore, un film che non si prende troppo sul serio e gioca con se stesso riuscendo, tra una battuta e l’altra, a toccare qualche tasto delle problematiche moderne.
Come ogni film, ha le sue stonature ma fa il suo lavoro in modo egregio. Intrattenere, con tutta una serie di effetti speciali, azione e molta ironia.
Ci troviamo di fronte a un gruppo di eroi che si ritrova lanciata nella mischia insieme quando non riescono ad andare d’accordo neanche tra di loro. E così arrivano le battutine e le frecciatine di Iron Man che ne ha per tutti, con i suoi infiniti battibecchi con Cap. America o con il suo stuzzicare il Dr. Banner per vedere quanto può resistere senza tirare fuori “l’altro”, e il timore che hanno tutti di quest’ultimo e della creatura che esce fuori quando perde il controllo. Insomma, una miscela esplosiva che riuscirà a fare anche sorridere.
Il film ha una prima fase più lenta, dedicata al reclutamento dei vari eroi, cui segue una fase intermedia di ricerca dell’equilibrio tra i vari personaggi che troveranno un punto d’incontro per ritrovarsi fianco a fianco nella guerra finale. Oltre ai grandi personaggi visti nei vari film individuali, troveremo Nick Fury (un ottimo Samuel Lee Jackson), Vedova Nera (una buona Scarlett Johansson, sempre in posa perfetta per far risaltare il suo di dietro nelle inquadrature) e Occhio di Falco (Jeremy Renner non è stata una cattiva sorpresa). La focalizzazione dell’azione la rende più epica e coinvolgente ed evita che diventi monotona. Insomma, tutto ben scritto e ben progettato anche se con qualche discordanza. Come un Hulk che un’ora prima si trasforma e cerca di uccidere il primo essere vivente che si trova davanti, e dopo, perfettamente controllato tanto da poter combattere fianco a fianco con gli altri, lanciandosi anche in gesti eroici e addirittura parlando. Oppure un Cap. America che si rivolge a Hulk dicendogli “Spacca”. Ma oltre a qualche leggera caduta di stile, le scene di grandissimo effetto, le battute sfolgoranti di Iron Man (con un Robert Downey Jr. in pienissima forma) e il perfetto equilibrio tra i personaggi, cosa non facile da raggiungere visto il gruppo di potenziali prime donne da gestire, rendono questo film un blockbuster riuscito. Insomma, l’obbiettivo di attirare, coinvolgere, esaltare e divertire il pubblico è stato largamente raggiunto.
Lasciatemi dire che Ruffalo è stata, a livello di cast, la sorpresa più grande, regalandoci l’Hulk più convincente e azzeccato che si sia visto sugli schermi fino ad ora, davvero nella parte. Il cast in generale ha fatto un ottimo lavoro anche se Robert Downey Jr. aveva una carica in più. Interessante anche il volto di Loki, Tom Hiddleston, che ci ha dato un buon cattivo anche se il suo personaggio finisce col perdersi verso la fine.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext