Recensione su The Avengers

/ 20127.1853 voti

“Era questo il piano” “Non un granchè” / 28 Aprile 2012 in The Avengers

Questo film è semplicemente una colorata porcheria fracassona. Si può tranquillamente fare un film sui supereroi che abbia un certo spessore (i Batman di Nolan e Burton ad esempio, o pur con i suoi difetti dovuti anche all’età il “Superman” con Christopher Reeve del 1978), essere un film di disimpegno non è assolutamente un demerito, ma qui semplicemente non ci si riesce. Regia di Joss Whedon (produttore del telefilm cult “Buffy l’Ammazzavampiri”), al suo secondo film da regista. Si vede. Lo stile è quello di Michael Bay, autore di perle intellettuali come “Transformers” e seguiti, cioè un collage di inquadrature da loop da aeroplani con contorno di esplosioni e distruzioni di basi sotterranee/palazzi/elicarri; utile e divertente da vedere se si filmano le Frecce Tricolori, meno in un film di due ore e 25. La sceneggiatura (se così la si deve chiamare) è formata da tre pezzi triti e ritriti: reclutamento, combattimento intermedio e combattimento finale, con ininterrotte battutine stile “io sono un gran figo” da parte dei vari galletti presenti. Per quanto riguarda la recitazione Downey jr interpreta il suo Stark come ormai tutti i suoi personaggi, cioè da irritante e incorreggibile cazzone (lontani i tempi di “Charlot” 1992); i biondi Evans-America e Hemsworth-Thor sarebbero testa a testa in una gara di inespressività; Ruffalo-Banner strappa a fatica la sufficienza, anche se sembra reciti meglio da bestione verde che da essere umano (cosa che dovrebbe fargli porre qualche domanda) ma dovrebbe decidere quale lato della forza seguire: film di qualità (“Zodiac”, ”Shutter Island”) o meno (“Se solo fosse vero” o questo). Piange il cuore vedere il mostro sacro Samuel L. Jackson (Fury) e il promettente Renner-Hawkeye (“The Hurt Locker”, film che ha vinto l’Oscar nel 2010) sputtanati in questa maniera. Un film che si può tranquillamente evitare senza rimorsi di coscienza. Ah già, Scarlett Johansson ha un livello recitativo da film porno.
Questo film mi ha veramente molto deluso.

1 commento

  1. dottord / 28 Aprile 2012

    Sono d’accordo su tutto, tranne due cose: 1) Mark Ruffalo è bravo; 2) Michael Bay è un grande regista sottovalutato.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext