Recensione su The Avengers

/ 20127.1851 voti

17 Maggio 2012

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Se a livello cinematografico l’idea di riunire i supereroi della Marvel ha preso piede solo dopo gli ottimi successi di Hulk, Iron Man, Thor e Captain America: Il Primo Vendicatore – tutti titoli piuttosto recenti – l’idea originale, quella cartacea dei fumetti, risale al 1963, anno in cui la Marvel Comics compose la propria squadra di eroi in risposta alla Justice League della concorrente DC Comics. Col passare degli anni il gruppo ha subito continui cambi di formazione: si è diviso, si è scontrato al suo interno ed è quasi arrivato ad annientarsi, fino ad arrivare alla formazione attuale che può contare tra le sue fila buona parte degli eroi Marvel, inclusi Wolverine e L’Uomo Ragno. Insomma nell’universo Marvel la squadra degli Avengers è qualcosa che appartiene all’epica ed epico è stato il budget stanziato per finanziare il film: 220 milioni di dollari che, a ragion veduta, possiamo dire ben spesi, a partire dalla scelta azzeccatissima di Joss Whedon come regista e sceneggiatore.
Creatore delle serie supercult Buffy – L’ammazzavampiri e lo spin-off Angel, Joss Whedon ha non solo un’esperienza ventennale in sceneggiatura e regia ma anche un gusto particolare per il fumetto, sia come cifra stilistica sia come vera e propria produzione di comics: sia Buffy che Angel hanno, infatti, avuto un’ultima stagione realizzata esclusivamente su carta e – per restare in ambito Marvel – Whedon ha scritto le sceneggiature della terza serie del fumetto Astonishing X-Men. L’esperienza deve essere servita a Whedon per gestire una trama complessa, in cui serviva un vero mago per unire diversi personaggi e soprattutto creare un’armonia che esaltasse ogni carattere.

Continua su : http://www.diariodipensieripersi.com/2012/05/recensione-avengers-di-joss-whedon.html

Lascia un commento

jfb_p_buttontext