2015
17 Recensioni su

Avengers: Age of Ultron

/ 20156.7419 voti
Avengers: Age of Ultron

MERAVIGLIOSO / 7 Ottobre 2018 in Avengers: Age of Ultron

Dopo tre anni di attesa i Vendicatori sono tornati più avvincenti che mai! Un mix di azione e effetti speciali senza eguali, battute stuzzicanti e combattimenti epocali (Iron Man vs Hulk è uno dei più spettacolari). La Marvel ancora una volta ha fatto centro.

Bene ma non benissimo / 23 Maggio 2016 in Avengers: Age of Ultron

Il sequel degli Avengers è un film con il quale sicuramente ci si diverte, non ci si annoia e del quale si resta affascinati dagli spettacoli effetti speciali. Molto buone anche le nuove aggiunte, tuttavia, almeno rispetto al primo, il film sembra aver fatto un piccolo passo indietro, probabilmente è il senso di aver “fin troppe” cose in ballo. Comunque è un bel film, e a tutti i fan del Marvel Cinematic Universe piacerà senz’altro, al di là di questa considerazione

Leggi tutto

Un altro disastro / 29 Gennaio 2016 in Avengers: Age of Ultron

Rispetto a The Avengers, questo episodio gode del grande vantaggio conferito dall’assenza dell’insopportabile Tom Hiddleston / Loki; vantaggio sprecato, però, grazie all’intelligenza artificiale meno convincente della storia del cinema, Ultron, e allo ieratico Visione, che purtroppo non riesce a raggiungere neanche il livello della comicità involontaria: lo spettatore è troppo incredulo anche per mettersi a ridere. Aggiungete il solito condominio di supereroi, cattivi che si pentono e si mettono a fare i caschi blu della situazione, le scazzottate, “le gemme dell’infinito”, e così via, e otterrete il seguito disastroso di un disastro.

Leggi tutto

23 Giugno 2015 in Avengers: Age of Ultron

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Oh, ma io non ho visto il cameo di Stan Lee, c’era?
Sarei comunque andato al cinema, per vedere esplodere la Valle d’Aosta. Ché io amo alla follia la Valle d’Aosta, e pensare che insieme ai supereroi e tra le comparse ci fossero tutti i valdostani, tra grolle e patois, è stata touchant.
In un regno lontano lontano (che però è la Valle d’Aosta) … no vabbè, come al solito tremano le trame dei fumetti sotto le loro arzigogolature. C’è un cattivo nuovo, Ultron, incazzato e cibernetico, che si insinua nelle pieghe della vittoria iniziale, ed è una intelligenza artificiale che ha frainteso lo scopo per cui è stata creata. C’è la Johansson che si vuole far bombare da Hulk ma lui, si sa, è un timidone. Alcuni nuovi supereroi, che al tirare le fila (cioè quando si farà esplodere la Valle d’Aosta) sceglieranno di schierarsi coi buoni. Un biondone (Quicksilver) e Wanda, la supereroina emo, che prima da parecchio filo da torcere a tutti perché è psicopoweful e resuscita paure e traumi di ognuno. La squadra quindi, ferita più dal suo passato che dalle botte, si ritira a riflettere se stessa in campagna, a casa di Occhio di Falco, che sembra il più sfigghy, l’Andromeda della situazione, per dire (questa non è per tutti, e generazionalmente marcata), e invece no, lui non solo non è gay ma è pure quello che alla fine fa i discorsoni. C’è meno da ridere, e da fare WHOAAAAHH, del precedente, ma si percepisce il respiro ampio, e la filigrana del disegno più ampio che sta dietro alla storia. I personaggi evolvono, si alternano, senza eccessivi scompensi, in una maniera che, pur senza esser pedissequa, ho trovato molto à la Marvel. No ma sul serio, dov’era Stan Lee? Non ultimo c’è Visione, sostanzialmente un supereroe ricalcato su Gianni Morandi, dubitativo e mansueto, pronto a una buona parola e un autografo per tutti. E infine, che te lo dico a fare. Esplode la Valle d’Aosta. E lì WHOAAAAAHHH.
Al prossimo giro butta spaziale, ma tanto ormai la Valle d’Aosta è andata.
Chi scrive non è stato pagato in fontina per tutto ciò, grazie.

Leggi tutto

Sorprendente / 27 Maggio 2015 in Avengers: Age of Ultron

Sono stata trascinata al cinema a vedere Age of Ultron contro la mia volontà, i film di supereroi non fanno proprio per me. Ma mi sono dovuta ricredere, perché dire che Avengers: Age of Ultron è solo un film di supereroi è dire una sciocchezza.
Il cast è eccezionale, e questo non è una novità, perché nomi Robert Downey Jr, Scarlett Johansson e Mark Ruffalo sono una garanzia, ma anche le new entry Elizabeth Olsen e Aaron Taylor-Johnson sono state perfette.
Gli effetti sono grandiosi, bisognerebbe guardarlo quasi solo per questo.
La trama di base invece non è assolutamente originale, e questo conferma la mia teoria secondo la quale le storie di supereroi sono banalissime.
Non avendo mai visto il primo Avengers non posso dire se Age of Ultron sia migliore dell'”originale”, ma è sicuramente un film da guardare.

Leggi tutto

20 Maggio 2015 in Avengers: Age of Ultron

Per favore spiegate a tutti gli sceneggiatori che è inutile schierare le forze dell’ordine coi fucili spianati su Hulk. Ma che spari a fà.

12 Maggio 2015 in Avengers: Age of Ultron

Spettacolare….bellissimi effetti.
Fighissimo l’inserimento anche della serie Agents of S.H.I.E.L.D (che consiglio 😉 ).

SPETTACOLARE MA… / 8 Maggio 2015 in Avengers: Age of Ultron

Senza alcun dubbio è nell’ aspetto scenico è un film fatto più che bene, ma ahimè questo ha messo un pò in secondo piano la Trama.
Troppe azioni ripetitive e a volte prevedibili

Catastofico e potente! 7,5 / 1 Maggio 2015 in Avengers: Age of Ultron

Ok, i sequel sono sempre una mina vagante… non sai mai se ti deluderà o meno e vai sempre con delle grandi aspettative. Ma a parere mio questo film merita.
E’ vero, non c’entra molto con i fumetti (dicono, e lo dice anche Whedon!), la storia è personalizzata e piena di “tanta roba”, ma credo che sia così che dev’essere un film Marvel, specie con il cast dei supereroi al completo!
Si parlava di dialoghi scontati, di noia…a me ha lasciato a bocca aperta! Dalla scena in cui, riuniti a fine serata, arriva Ultron mezzo scassato e parla a loro come un umano… scende il gelo… poi gli scontri… ok, sembra fatto solo di botte, ca**otti, sparatorie e esplosioni. Ma il mondo Marvel è questo!
Lo scontro tra Iron Man e Hulk, o la battaglia sopra il nucleo quando la città si solleva da terra… MOmenti di azione e emozione, pura adrenalina.
E’ verto, piccole pecche ce ne sono: Thor che se ne va cosi all’improvviso… poi Visione (che credevo anche io fosse un’entità superiore a tutti) alla fine si allea alla squadra? Vabbè…forse è la storia… e Falcon? che arriva cosi, a fine film, senza dirci che è successo nel frattempo né dov’è stato? Forse non ne so molto della cronologia degli eventi nei fumetti, forse azzardo un commento troppo lungo, ma a me è piaciuto più del primo, che era troppo preparatorio rispetto a questo! un bel 7,5.
Invitante poi l’apparizione di Thanos nel bel mezzo dei titoli di coda…
Adesso mettiti un pò ad aspettare il 2018 e 2019?…. sigh…

Leggi tutto

Cosa c’è dietro il polverone? / 29 Aprile 2015 in Avengers: Age of Ultron

Sicuramente non un film all’altezza degli altri (e per altri intendo The Winter Soldier, che si è rivelato la chicca assoluta nell’universo cinematografico Marvel – e sì, dai, mettiamoci anche I guardiani della galassia).
A me questo film ha ricordato un po’ Days of future past (tanta attesa per restare un po’ delusi). Perché sì, diciamoci la verità, la Marvel e la Disney sanno come fare marketing ed Age of Ultron è stato venduto come capolavoro assoluto tra i cinecomics, e sembrava anche di un certo spessore guardando i trailer e seguendo le varie interviste, gli articoli etc.
Non sono per nulla colpita, invece, da questo sequel, Joss ha fatto un bel casotto con tutta quella roba, purtroppo per lui.
Primissima cosa che voglio dire: Tony Stark ha un arsenale di armature, ne ha così tante che non sa più dove metterle, ma… cosa è successo? Cioè, ricordiamo tutti che alla fine di Iron Man 3 aveva distrutto le sue bambine per amor di Potts, con tanto di promessa?
Proprio come per Days of future past ( e mi dispiace fare di nuovo questo paragone), i conti non tornano, molte cose non sono spiegate affatto.
Se si vuole fare un minestrone, per farlo venire fuori bene, bisogna usare gli ingredienti giusti, okay? Questo minestrone a me ha dato un po’ di stomaco, invece.
Resta tutto marginale, non c’è una vera e propria spiegazione a nulla, sembra che loro diano per scontato che noi sappiamo di cosa stanno parlando, quando poi non è così – e lo dico io, che ho una discreta esperienza in quanto comics & co, e che comunque sono addentrata nell’ambiente.
Mi sono piaciuti molto i gemelli, ma comunque sono marginali, non ci spiegano nulla del loro passato, a parte quella piccola storiella raccontata da Pietro, né alcune delle loro scelte. Come non si spiega tutto quello che fa Thor per la maggior parte del tempo, onestamente.
Spunta fuori che Clint ha una famiglia, Natasha vuole farsi Banner, Steve allegro e contento nonostante il suo migliore amico sia in giro per il paese, non si sa dove, a fare non si sa cosa, dopo aver scoperto di essere stato plagiato e violentato psicologicamente dall’HYDRA, dopo aver scoperto di aver ammazzato e torturato senza scrupoli.
Dove cazz* è Bucky e perché Steve non lo sta cercando? Capisco che ha il suo bel da fare, ma io mi aspettavo una spiegazione anche a questo, onestamente, perché se alla fine di The Winter Soldier mi fate quella scenetta e mi dite che questi vanno a cercare Barnes, poi mi aspetto che se ne parli, non dico di volerlo vedere partecipe alle vicende, ma almeno mezza parola su quel poveraccio la si poteva sprecare.
Cioè, sembra un film decontestualizzato da ogni altra cosa, come se prima non fosse accaduto niente, insomma, a parte per poche cose. Avrei voluto fosse più coerente e seguisse una certa linea, come i film che lo hanno preceduto.
Non raggiunge il livello sperato, anche se non posso dire che mi abbia fatto schifo (se non altro le battute ed i dialoghi erano ben strutturati, e graficamente spacca, non si può dire nulla).
Ultima cosa, Whedon non sa caratterizzare Captain America, ormai è appurato. Detto ciò, mi dispiace dirlo, ma sono contenta che i prossimi film siano nelle mani dei Russo, perché questo Joss l’ha cannato di brutto, e non si è ripreso.
Raggiunge la sufficienza, ma ci sono rimasta un po’ male. Pace e bene.

Ps: Natasha che afferra lo scudo al volo lanciato da Steve? Ma che davvero?

Me ne vado.

Leggi tutto

VALEVA LA PENA ASPETTARE / 29 Aprile 2015 in Avengers: Age of Ultron

Il secondo episodio di un film di successo e’ sempre complicato e ricoperto da un velo di speranza ,attesa e paura ,paura di non essere all’altezza,paura di non reggre il confronto e paura ( da parte dello spettatore ) di assistere alla tipica americanata senza senso fatta solo per riempirsi le tasche .
Ecco anche io avevo molte di queste paure e ora dopo aver visto il film posso tranquillamente dire ……che erano completamente infondate.
Il secondo capitolo dei vendicatori regge tranquillamente il confronto con il primo e crea / approfondisce molti nuovi e vecchi personaggi.
Ultron e’ una bellissima sorpresa,cattivo vero ,intrigante e pieno di contrasti con se stesso e con suo “padre” Tony Stark ,arricchito dal solito super doppiaggio italiano.
I gemelli tengono il passo del primo e i poteri, soprattutto della bellissima Elizabeth Olsen, sono una delle due vere marce in piu’ del film.
La seconda marcia in piu’ e’ data dal contrasto di tutta la vita e il mondo degli Avengers trasportata nella pace e nella quiete della seconda ( o prima ) vita di Occhi di Falco,personaggio giustamente approfondito.
La spinta e la voglia di stupire non si perde e la guerra intestina tra i nostri eroi non e’ persa e anzi gli uncubi di passate tragedie tornano a fargli visita rendendoli ancora piu’ sospettosi e diversi l’uno dall’altro.
Se avete qualche dubbio lasciatelo da parte e godetevi queste 2 ore .

Leggi tutto

Paul Bettany! / 26 Aprile 2015 in Avengers: Age of Ultron

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Film con poco senso, salvo forse buttare lì nuove cose e far apparire finalmente in scena Paul Bettany/Jarvis/Visione che, detto tra noi, è l’attore più figo lì dentro. Se la batte bene con Tom Hiddlestone che però non compare qui. quindi: Paul 1 Tom 0 per ora 😀

7,5 / 26 Aprile 2015 in Avengers: Age of Ultron

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Il vero apporto significativo a questo film è quello dato dal personaggio di Ultron, che è davvero affascinante, e da un certo punto della pellicola in poi anche dalla sua controparte “buona” Visione. Le interazioni tra gli / degli Avengers sono state un po’ deludenti, presenti giusto quel minimo che poteva accontentare gli spettatori. In ogni caso secondo me non ripete il successo del precedente

Leggi tutto

25 Aprile 2015 in Avengers: Age of Ultron

un film molto belloe pieno d’azione

Avengers, quando il troppo storpia / 25 Aprile 2015 in Avengers: Age of Ultron

Sequel della pellicola del 2012, ennesimo tassello di quella proficua idea di marketing partorita dai Marvel Studios (ovvero il ricorso ad un universo condiviso tra i propri personaggi), Age Of Ultron si rivela a conti fatti un film un po’ difficile da valutare. Se da un lato si può rimanere soddisfatti sul fronte “botte tra supereroi e cattivoni” e sul lato humour della pellicola, non si può negare che nella giostra creata da Joss Wheedon qualcosa è venuto a mancare stavolta.
Quel che pesa principalmente nella resa finale è forse la gestione dei personaggi, penalizzata da un numero più alto rispetto al capitolo precedente, dove il voler dare il giusto spazio a tutti finisce inevitabilmente per non far bene a nessuno.
Non risulta strano quindi che ad esempio un Ultron qui presentato si mostri sì come un personaggio interessante (per quanto non originale come villain) ma finisca più col lasciare una specie di senso di incompletezza alla conclusione del film. Non sono ben chiari infatti i passaggi che lo portano a voler affrontare gli Avengers, delineando il fastidioso caso del “sono cattivo perchè mi va”.
L’aver voluto bilanciare scontri a suon di effetti speciali e momenti di approfondimento dei numerosi personaggi ha anche a mio parere troncato un po’ la narrazione in più punti, rimanendo sospesa tra lo sbrigativo e il confusionario.
Non si tratta comunque di un film deludente. Avengers si pone dichiaratamente come un prodotto d’intrattenimento basato sulle “mazzate” tra supereroi e sul ricorso a simpatici siparietti sdrammatizzanti. E in questi aspetti non è un prodotto carente.
Tuttavia, è un leggero passo indietro rispetto al suo precedessore.

Leggi tutto

Prevedibile Fracasso / 25 Aprile 2015 in Avengers: Age of Ultron

Whedon prevedibilmente manca il bersaglio e clamorosamente anche, non solo riducendo a futili marionette nuovi (e talvolta anche vecchi) personaggi e un fiacco villain, ma cannando in pieno ritmo e tempi nella fiera dell’ovvio “bigger-better”.

22 Aprile 2015 in Avengers: Age of Ultron

Spettacolare seguito dei “Vendicatori” che aggiunge la splendida location della Valle d’Aosta, con il Forte di Bard come punto di rilievo (nel prologo ma anche in seguito).
Inizio folgorante con i nostri “eroi” impegnati ad assaltare la fortezza Hydro di Sukovia (il Forte di Bard, riconoscibili in alcune scene anche Verres, Pont Saint Martin e Aosta) per recuperare lo scettro di Loki. Qui inizieranno a fare la conoscenza con due misteriosi gemelli mutanti (già intravisti nella scena finale del secondo Capitan America): Quicksilver (velocissimo) e Scarlet (capace di manipolare la mente).
Esaminando il materiale dell’Hydra, Stark con l’aiuto di Banner cerca di sviluppare il progetto Ultron sfruttando una potente intelligenza artificiale ma la cosa sfuggerà al loro controllo scatenando un pò di guai.
Spettacolarità con alcune scene d’azione fantastiche come il combattimento Hulk-Iron Man (non mi soffermo sui motivi), un inseguimento tra le strade coreane e la battaglia finale; ironia con le solite battute anche se Stark è un pò meno spiritoso del solito, romanticismo (con l’inizio di una storia tra due protagonisti).
Ma non solo, grazie a Scarlet scopriremo alcune paure dei nostri “vendicatori” e ci sarà qualche conflitto interno; inoltre si scopre qualcosa anche su Occhio di Falco.
Oltre a tutto ciò una delle location vede paesaggi a me molto familiari come il Forte di Bard (che è quello più riconoscibile, le sequenze con Verres, Pont Saint Martin ed Aosta sono più difficili da notare).
Cast spettacolare, oltre ai protagonisti del primo capitolo troviamo Aaron Taylor-Johnson (nei panni di Quicksilver), Elizabeth Olsen nei panni di Scarlet, Linda Cardellini (ER, ruolo a sorpresa).
Solita presenza della scena dopo i titoli di coda.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.

Non ci sono voti.