Recensione su The Artist

/ 20117.8448 voti

29 gennaio 2013

Le solite esagerazione dell’Academy Awards. E’ un film godibile, ma è una storia talmente trita e ritrita e piena di clichè, che la nomination per la sceneggiatura è un furto. Se questo fosse stato davvero un film degli anni del cinema muto, cosa avrebbe avuto di speciale e diverso? Diciamocelo, c’è una certa ruffianeria nel fare una cosa del genere nel 2011. I giurati si diranno: ” ooooh, guarda, che coraggio! Un film in bianco e nero e muto nel 2012! Va premiata l’idea!”
Anche gli interpreti secondo me esagerano; Dujardin e la Berjo sono macchiettistici ad un certo punto, forse per rifarsi a quel cinema, ma enfatizzando troppo le espressioni facciali.
E poi, miglior fotografia? Miglior montaggio? Capisco la nomination per i costumi e la nomination alla colonna sonora; d’altra parte la OST è la colonna portante del film e ci sono un 2-3 pezzi davvero belli.
Per il resto…Dai, è il solito film che acceca gli Americani.

2 commenti

  1. Noloter / 29 gennaio 2013

    Concordo pienamente. Ed è proprio per questo che, per me, non raggiunge la sufficienza.
    Uno dei film più paraculi (con licenza parlando) che abbia mai visto.

  2. Alice* / 30 gennaio 2013

    E’ la parola più giusta 😀

Lascia un commento

jfb_p_buttontext