2015
11 Recensioni su

Adaline - L'eterna giovinezza

/ 20156.6275 voti
Adaline - L'eterna giovinezza

Dorian Gray al femminile / 19 Ottobre 2018 in Adaline - L'eterna giovinezza

Devo dire che è andato ben oltre le mie normali aspettative. Anche se non è il genere di film che preferisco, la pellicola mi ha fin da subito attratto ed incuriosito, e non mi ha deluso. Benché la storia sia umanamente impossibile, il film è emozionante e dolcissimo, con una ricostruzione storica molto ben fatta. A completare il tutto un cast veramente molto buono e, ovviamente, il merito va tutto alla protagonista. Con questa interpretazione, Blake Lively ha superato se stessa.

Leggi tutto

La maledizione dell’immortalità / 9 Dicembre 2017 in Adaline - L'eterna giovinezza

Ho approfittato dell’abbonamento a Netflix per recuperare questo film che avevo in lista da parecchio tempo. Lee Toland Krieger si cimenta nel topos dell’ eterna giovinezza, già ampiamente trattato da secoli di letteratura (da Gilgamesh al “Ritratto di Dorian Gray”) e da anni di pellicole cinematografiche, quindi nulla di nuovo sull’argomento trattato. Il risultato sono 2 ore di fiaba moderna, dove il romanticisimo si unisce ad una matrice scissa tra fiaba e scienza.

La protagonista è Adaline, una vera e propria Highlander al femminile (Blake Lively è davvero affascinante ed elegante) che “muore” nel 1908 per un incidente d’auto ma che, grazie ai watt scatenati da un fulmine, torna tra i vivi. L’unico inceppo è che il suo processo d’invecchiamento si ferma a 29 anni, donandole una giovinezza sempriterna. “Un bel vantaggio”, direte voi. E invece no: la nostra Adaline, per colpa di questo dono, è costretta a stravolgere completamente la propria vita e le cose diventano complicate quando incontrerà un baldo scapolo (Michiel Husman), che si invaghisce di lei.

Una pellicola che sa di già visto, ma in fin dei conti piacevole. Leggero e non pesante, se si esclude l’inutile voce del narratore e le improvvise delucidazioni astronomiche usate come metafore per designare la condizione della protagonista.

In parole povere: un film che ho visto con la pretesa di trovare “qualcosa di leggero per passare l’ennesimo sabato sera monotono”, ma che si rivela abbastanza interessante e che lascia spunti di riflessione.

Leggi tutto

Piacevole / 31 Luglio 2017 in Adaline - L'eterna giovinezza

Quello dell’eterna giovinezza è un tema già affrontato, seppure in chiave diversa, da altri film. In questo, però, assume un rilievo primario.
Il sogno dell’eterna giovinezza crolla di fronte alle rinunce e le responsabilità che esso implica.
Il film mette subito in chiaro che avere a disposizione un’infinità di tempo non significa poterlo sfruttare: Adaline è costretta a vivere solo quello che il momento ha da offrirle, senza ambizioni concrete o progetti a lungo termine per il futuro. L’eterna giovinezza si configura in un’eterna fuga.
Un messaggio che velatamente (e forse anche un po’ banalmente) si cerca di trasmettere è quello di poter andare avanti con la vita solo nel momento in cui si smette di scappare e si inizia a prenderla in mano; il tempo è relativo.
È proprio uno di quei film da guardare in compagnia, quando non si vuole nulla di complicato, ma neanche di noioso o stupido. La storia, sebbene possa sembrare scontata e prevedibile, in realtà è arricchita da colpi di scena che mantengono viva l’attenzione dello spettatore e rendono piacevolmente scorrevole il film.
Ottima la scelta di Blake Lively: l’eleganza e l’avvenenza della prima metà del 900 trapiantate nei giorni nostri possono essere indossate da lei come da poche. Ford non delude le aspettative.

Leggi tutto

L’eterna giovinezza: un sogno o una condanna? / 29 Aprile 2017 in Adaline - L'eterna giovinezza

L’eterna giovinezza, un sogno nascosto per molti ma che si trasforma per una ragazza in una sorta di incubo perchè il non invecchiare mai si trasforma in una condanna se ti impedisce di rinunciare per sempre all’amore.
Il regista Lee Toland Krieger riesce a confezionare un buon prodotto, un’ambientazione ottima(soprattutto quella di inizio Novecento che caratterizza la prima parte del film), una storia coinvolgente, dolce e fiabesca e un cast più che buono su cui spicca Blake Lively che sinceramente mi ha stupita(un’interpretazione elegante e raffinata la sua).
Un film dolcissimo, romantico e malinconico sulla vita, sul passato, sugli amori vissuti e non vissuti, sul rimpianto e sui ricordi.
Lo consiglio, soprattutto se avete un animo sensibile e romantico come il mio.

Leggi tutto

Non male / 20 Luglio 2016 in Adaline - L'eterna giovinezza

La trama del film tratta di un argomento non originalissimo nel cinema, tuttavia è costruita abbastanza bene. Ha un finale alquanto scontato, ma piacevole.

L’immortalità / 23 Maggio 2016 in Adaline - L'eterna giovinezza

è un tema non originale nella storia del cinema, ma in questo film è presentato sotto un aspetto diverso: quello dei turbamenti provocati da questa condizione nell’essere umano divenuto immortale. In particolare nel film si fa riferimento quasi esclusivamente all’amore. Il tema è trattato in maniera fluida e non noiosa con una buona dose di romanticismo. Un buon film quasi ottimo.

Leggi tutto

Il fascino dell’immortalità / 9 Ottobre 2015 in Adaline - L'eterna giovinezza

I film con personaggi eternamente giovani destano sempre un certo interesse: suppongo sia una questione di invidia inconfessabile (nel mio caso si aggiunge una curiosa situazione familiare: mia sorella ha 51 anni ma ne dimostra 36 – la gente che incontra sta cominciando a mostrare una leggera diffidenza, quando rivela la sua vera età). Il potenziale interesse viene però deluso in questo caso: il film non sviluppa nessuno dei motivi più accattivanti, come per esempio il contrasto tra passato e presente. La vicenda rimane troppo esigua, e per giunta si conclude molto prevedibilmente, e aggiungendo impossibilità a impossibilità (il secondo incidente). Unica nota di merito l’interpretazione di Blake Lively, che per l’occasione unisce all’aspetto giovanile una classe che appare, alla lettera, di altri tempi…

Leggi tutto

31 Maggio 2015 in Adaline - L'eterna giovinezza

Una donzella mi ha invitato a guardarlo, ma sono andato soltanto, per puntare sul dopo cena 😉 Film davvero molto semplice, nulla di che. Soldi buttati via. Nonno Harrison Ford è ormai andato.

Guardabile, ma storia già sentita e prevedibile. Brava la Lively. / 31 Maggio 2015 in Adaline - L'eterna giovinezza

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Beh, come si può anche intuire dal trailer, il film narra la storia di questa ragazza che non invecchia con il passare degli anni e che diventa sempre più fredda sino a non voler più aprire il suo cuore a nessuno. Un giorno si innamora e scopre che il giovane è il figlio del ragazzo di cui si era innamorata 30 anni prima, ma che aveva lasciato poiché non poteva dirgli il suo segreto. Ok, abbastanza inverosimile come cosa, no? Di millemila uomini in cui poteva incappare, le è capitato proprio il figlio del suo ex (il quale è pure bellissimo, ricchissimo e che non si darà pace sino a che lei non acconsente a dargli una possibilità). Storia inverosimile e anche un po’ pacchiana.
Aggiungo che le motivazioni scientifiche che sono state utilizzate per motivare questa eterna giovinezza potevano benissimo evitarsele, in quanto assolutamente inverosimili e anche un po’ ridicole, a parer mio.
Mi ha però stupita l’ottima interpretazione di Blake Lively, che secondo me è stata davvero brava ad impersonare questo ruolo, cosa che assolutamente non mi aspettavo ed ero anche partita un po’ prevenuta a riguardo.
Concludo dicendo che per gli/le amanti del “genere rosa” è comunque un film carino e guardabile (anche se in sala ho rischiato di addormentarmi un paio di volte).

Leggi tutto

27 Maggio 2015 in Adaline - L'eterna giovinezza

Bello bello e dolcissimo 🙂

Storia d’amore contornata dal tema dell’infinito / 3 Maggio 2015 in Adaline - L'eterna giovinezza

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Dal trailer già si capiva, Adaline è la classica pellicola intrisa di “voglio ma non posso”, rincorse d’amore, colpetti di scena ed un Harrison Ford che sente la mancanza di Chewbacca per essere completato.

Il tema è già stato trattato in molti film, l’immortalità fisica per un essere umano, peraltro il narratore cerca anche di darne una spiegazione scientifica capace di far impallidire Adam Kadmon e Roby “Tutankhamon” Giacobbo, purtroppo però è tempo perso perché tutta la pellicola si alterna tra diversi “tira e molla” dove Blake “Ada” Lively con la gamma di espressioni di Serena van der Woodsen deve decidere se amare o non amare.

Recitazione ai limiti della sufficienza, l’apice del film arriva solamente quando Ford incontra Adaline nella speranza che Chewbecca sbuchi da qualche angolo della casa e si nasconda nei dintorni il box ove è parcheggiato il Millennium Falcon, trama trita e ritrita, dialoghi banali ed €9.5 di biglietto all’UCI buttati nella rumenta.

Un film da blu-ray o da palinsesto televisivo, in fondo è quello che mi aspettavo.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.

Non ci sono voti.