Recensione su The 9th Life of Louis Drax

/ 20166.216 voti

Il voto sarebbe un 6.5 / 19 Ottobre 2020 in The 9th Life of Louis Drax

Discreto film un po’ particolare.
La vita di Louis Drax è stata costellata di incidenti più o meno gravi; quando sta festeggiando il suo 9° compleanno, precipita da una scogliera e cade in coma (dopo essere stato dichiarato per un attimo morto). Il padre (Aaron Paul) sparisce mentre la madre (sarah Gadon) gli resta vicino. Nel frattempo il dr. Pascal (Jamie Dornan) inizia a interessarsi al caso e cerca di scoprire qualcosa in più sugli incidenti del passato di Louis.
Film particolare a tratti un po’ onirico sia per alcune sequenze che per l’importante legame nel sonno tra paziente e dottore. Prima parte in cui ci si muove tra il presente (Louis in coma) e passato (raccontati spesso da Louis che affascinato da un libro sul mare, svela i suoi trascorsi a una sorta di strana creatura, mix di alghe e fango) mentre nella seconda iniziano ad emergere verità inquietanti.
Il film è abbastanza interessante e si fa seguire; Aja aveva abituato a film più violenti (Alta tensione e Le colline hanno gli occhi), qua si sofferma più sulla psicologia.
Nel resto del cast da citare Oliver Platt che ricalca quasi il suo ruolo di Dr. Charles in Chicago Med; Barbara Hershey è la nonna di Louis (da parte del padre) mentre Molly Parker è la detective Dalton che indaga sull’incidente.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext