Recensione su Voglia di tenerezza

/ 19837.083 voti

Ottimo lavoro, quasi una sorpresa / 28 Luglio 2017 in Voglia di tenerezza

Premessa: ho guardato il film esclusivamente perché c’era Jack Nicholson e perché avevo tanto apprezzato il personaggio da lui portato in “Qualcosa è Cambiato”, sempre di James Brooks, ma di parecchi anni dopo. Bè, devo dire che, nonostante non sia proprio il mio genere, e, no, non sia certo riuscito a commuovermi, mi ha comunque colpito, divertito a tratti e comunque emozionato in altri. Ma soprattutto bene come si svolge una storia, che sulla carta sembra essere pesante vista anche il minutaggio, e invece non lo è: non è facile raccontare, attraverso vari anni, il rapporto tra madre e figlia (Shirley McLaine e Debra Winger, ottime), i loro problemi con gli uomini (un sorprendentemente serio Jeff Daniels per la figlia, un Jack Nicholson sempre fenomenale anche senza essere protagonista, pazzo o psicopatico -bè, un minimo lo è, ma poco- per la mamma) ed il triste finale. Ancora una volta Brooks mi ha colpito, ma, se nel caso dell’altro film forse davo il merito più al fatto di avere il mitico Jack come protagonista, qui il merito va a tutti. Nel resto del cast anche Danny DeVito e John Lithgow. Che dire, commosso non mi ha commosso, però ha saputo intrattenermi bene, tutt’altro che scontato.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext